Le spiagge bianche di Elafonisos nel Peloponneso

Elafonissos, Grecia Elafonissos | Georgios Charalampous Kontakosi

Sono circa seimila le isole della Grecia, comprendendo isolotti e scogli. Tuttavia, se vogliamo prendere in considerazione solamente quelle abitate il numero scende a circa 220. Si tratta, comunque, di un numero molto alto che permette di avere a disposizione una vastissima scelta in un piccolo fazzoletto di mare. Data la vicinanza all’Italia, sono moltissimi i turisti che, soprattutto durante l’estate, visitano le isole greche come Santorini o Creta.

Meno conosciuta, invece, e a sud del Peloponneso, nella regione di Laconia, è l’isola di Elafonisos (in italiano Cervi). 19 chilometri quadrati, un solo villaggio e sabbia bianca bagnata da acqua trasparente la rendono un’oasi di pace, soprattutto nel mese di giugno quando non ci sono molti turisti e le spiagge sono poco frequentate. Ovviamente, non bisogna aspettarsi la vita notturna di Mykonos: è un’isola più indicata a chi preferisce godersi la spiaggia, il buon cibo e la vita rilassata. Elafonisos, inoltre, si trova a pochi chilometri a nord dell’isola di Citèra (o Cerìgo), anch’essa nel mar Ionio, dove la leggenda vuole sia nata Afrodite.

La bellezza di Elafonisos ripaga la difficoltà di percorrere il tragitto per andare a prendere il traghetto nella località di Pounta nel Peloponneso meridionale. La strada in discesa verso il mare, immersa fra gli ulivi, come molte altre strade greche e, in particolar modo, del Peloponneso, infatti, non è semplicissima da attraversare. Prima di imbarcarsi, ci si trova a fianco della lunga spiaggia di Pavlopetri, il cui colore dorato crea un magnifico contrasto con un’acqua trasparente ma dalle tonalità cangianti. Qui, a pochi metri dal porto, si trova il sito archeologico di Pavlopetri (in italiano “di Paolo e Pietro” o “la pietra di Paolo”), un’antica città, ormai sott’acqua, patrimonio culturale dall’UNESCO, abitata fin dal 3000 a.C.

Il fondale dove naviga il traghetto per l’isola di Elafonisos è molto basso e, nei soli dieci minuti di tragitto, già preannuncia la bellezza delle acque che circondano l’isola. In realtà, questa zona non è sempre stata un’isola: un terremoto, infatti, separò la zona di Elafonisos dal resto del Peloponneso. Questa striscia di mare è stata il luogo di passaggio di tantissime culture, dagli arabi ai greci, ai saraceni ai veneziani, nonché dei pirati, essendo un accesso strategico all’interno del Mediterraneo.

Elafonisos, il centro abitato

Dopo aver attraversato in pochi minuti il mare che collega Pounta all’isola, vi troverete nell’unico centro abitato di Elafonisos che ospita il piccolo porto. L’isola conta 750 abitanti che crescono esponenzialmente durante le vacanze estive. Questo piccolo paese, infatti, viene affollato dai turisti soprattutto durante i mesi di luglio e di agosto. La maggior parte si fermano sul lungomare pieno di piccoli negozi e di ristoranti per mangiare a pochi metri dal mare dove si sente il profumo della gastronomia tipica greca. Tuttavia, vale la pena inoltrarsi nelle poche vie al di là della strada principale per scoprire altri luoghi dove mangiare, sedersi nelle piccole piazzette, guardare i bambini che giocano per la strade e accarezzare i gatti sempre in attesa di cibo. Al tramonto, molti degli abitanti e dei turisti sorseggiano qualcosa direttamente in spiaggia, con i piedi ricoperti di sabbia, ad esempio nel Thalassa Café Snack Bar.

Uno dei posti più conosciuti del villaggio di Elafonisos è senza dubbio la piccola chiesa ortodossa principale, Agios Spyridon, collegata alla terraferma da un ponte. Se si è fortunati, su questa sorta di isolotto, si può assistere a uno dei matrimoni che si celebrano durante l’anno. La struttura di questa chiesetta è molto simile alle tantissime che si possono trovare sparse per tutto il Peloponneso, spesso dipinte di bianco o azzurro.

Le spiagge di Elafonisos

Oltre al centro abitato e alle spiagge, il resto dell’isola è popolata da cammini sterrati e dalla macchia mediterranea. La natura selvaggia e la fauna, come tartarughe e diverse specie di uccelli, presenti su Elafonisos, infatti, rendono questa zona un luogo da salvaguardare per la sua biodiversità. Il tempo dell’isola è scandito principalmente dal rumore caratteristico delle cicale o dei grilli che si nascondono fra le piante. La scarsa presenza di illuminazione sull’isola, inoltre, permette di vedere notti stellate incredibili.

Spiaggia Simos, Elafonisos

Simos Beach | Discover Peloponnese

Il vero tesoro di Elafonisos sono le sue spiagge, prima fra tutte, quella di Simos, a sud-est dell’isola. Questa lunga e larga spiaggia, oltre ad avere una sabbia bianca e un mare trasparente, ha una particolarità unica: la spiaggia è divisa in due da un promontorio creando una lunga striscia di sabbia che separa la parte a ovest da quella a sud-est. Salendo sulla piccola collina, fra la bellezza e il profumo dei gigli bianchi tipici del mediterraneo, potrete ammirare un ottimo panorama dall’alto. I bagnanti possono usufruire sia della spiaggia libera che di quella attrezzata con ombrelloni e sdraio. Per una pausa dal sole, sulla strada che porta a Simos, avete a disposizione il bar Asimos Cafè Restaurant che, durante le sere d’estate, offre musica a pochi passi dalla spiaggia.

Simos non è l’unica spiaggia da sogno dell’isola. Nella zona ovest, infatti, si trova Panaghia (o Kato Nisi), vicino a un piccolo agglomerato di edifici, turistici e non. Questa spiaggia, circondata da cedri antichi, pur essendo considerata meno bella rispetto a quella Simos, ha una sabbia dorata e un’acqua turchese che invitano al relax e offre una vista privilegiata su alcune isolette che si trovano di fronte a Elafonisos. Anche qui è possibile rilassarsi sulla spiaggia libera o scegliere di affittare gli attrezzi proposti dai lidi. A pochi passi da Panaghia, inoltre, è possibile trovare anche un MiniMarket e la taverna Ta Nisia tis Panagias. Il 15 di agosto, inoltre, quest’area accoglie la festa della Panagia Katanissiotissa, la chiesetta che si trova vicino la spiaggia. Oltre alle celebrazioni religiose avrete l’opportunità di assistere a canti e balli tradizionali ma anche di assaporare vino e cibo della zona.

Non dimenticate, infine, di dare un’occhiata alla piccola spiaggia nascosta di Lefki, a pochi passi dalla strada principale, fra Simos Beach e il villaggio di Elafonisos, sulla costa est. All’altezza del Double Bay Beach Hotel, probabilmente vedrete alcune macchine parcheggiate: qui si trova una piccola spiaggia bianca riparata, spesso totalmente vuota e meno conosciuta dai turisti stranieri.

Se vi trovate nel villaggio di Elafonisos, infine, per fare un tuffo veloce, potrete raggiungere le spiagge di Kontogoni o di Kalogeras. Ricordate, infine, che quasi tutte le spiagge dell’isola permettono di praticare attività sportive come il windsurf e lo snorkeling.

Dove mangiare

Il paese di Elafonisos è sicuramente il miglior luogo dell’isola per gustare la gastronomia greca. Una vasta gamma di ristoranti e bar, infatti, vi invita a pranzare o a cenare a pochi metri dal mare.

Se vi inoltrate nell’interno del borgo, troverete il ristorante a conduzione familiare Sta Kala Kathoumena, situato in una piccola piazzetta piena di tavoli e sedie bianche. Il pesce appena pescato arriverà direttamente sulla vostra tavola. Da provare, oltre al tradizionale tzatziki, sono senza dubbio le polpette di polpo, i calamari fritti o la melitzanosalata, una crema a base di melanzane. Ricordate che, in alcuni ristoranti della Grecia, è ancora possibile entrare in cucina per scegliere i piatti da mangiare. Per terminare in bellezza il pasto, potete provare un bicchiere di due delle bevande più famose della Grecia: l’ouzo, un liquore a base di anice, o lo tsipouro, una tipica grappa bianca. Se invece volete scoprire i dolci tradizionali, oltre a richiederli direttamente nei ristoranti, potete fare un salto alla pasticceria Pantelina che propone una vasta gamma di dessert simili alla baklava, a base di sciroppo.

Il villaggio di Elafonisos offre la maggior parte dei servizi essenziali ed è facilmente raggiungibile da ogni parte dell’isola (circa 10 minuti in auto dalla spiaggia di Simos).

Se invece amate la vita notturna, sicuramente Elafonisos non è una delle isole che propone il numero più alto di locali per aspettare l’alba. Tuttavia, se volete passare una notte piena di musica, movimento e dj non perdetevi l’Akrotiri Summer Club, sulla costa est dell’isola, a pochi chilometri dal paese.


DOVE DORMIRE A ELAFONISOS
Campeggio in spiaggia: Simos Camping
La nostra scelta: Papoulias Rooms
Scelta top: Pallas Pension

Pallas Pension Elafonisos

Pallas Pension Elafonisos

COME ARRIVARE A ELAFONISOS
Per raggiungere Elafonisos bisogna prendere il traghetto a Pounta nel Peloponneso meridionale. Dall’Italia ci sono molti voli per Atene, ma più comodo può essere l’aeroporto di Kalamata, anch’esso collegato con alcune tratte low cost stagionali.