Sri Lanka: Dambulla e l’antica città di Sigiriya

Sigirya e Pidurangala, Sri Lanka Sigirya e Pidurangala | di Francesco Biestro

Durante il vostro viaggio in Sri Lanka non potrete mancare di fare un giro a Dambulla e recarvi a osservare il mondo dalla cima di Sigiriya. Arrivare da Colombo sarà un’altra bella sfacchinata con le solite canoniche ore sui mezzi pubblici. Questa volta, il paesaggio non sarà così scenografico da farci dimenticare la noia come è accaduto tra Kandy ed Ella, ma prescindere da Sigiriya significherebbe perdere la più suggestiva attrazione di questa verde isola dell’Asia meridionale.

Dambulla e visita al Tempio d’Oro

Dambulla è una città abbastanza grande e turisticamente non molto interessante, ma si trova nella posizione ideale per utilizzarla come campo base, da cui partire per andare a visitare le numerose attrazioni della regione. Primo tra tutti il meraviglioso Tempio d’Oro, il quale vi accoglierà con un maestoso Buddha poggiato su una struttura quantomeno curiosa, con la scalinata principale conduce direttamente all’interno di fauci giganti. Superata la prima struttura inizierà una lunga salita terminante in cima alla montagna, sulla quale poggia la parte più importante del tempio.

Il biglietto di ingresso al Tempio d’Oro di Dambulla è di circa 13 euro. Viene rilasciato all’ingresso in basso ma la verifica avviene una volta arrivati in cima, quindi fate molta attenzione a non dimenticarlo piuttosto che smarrirlo altrimenti vi ritroverete a rifare tutta la strada. L’intera visita richiede qualche ora, nella parte principale è possibile entrare in grandi saloni ricchi di sculture raffiguranti Buddha oltre che avere una discreta vista dall’alto della zona sottostante. Qui vi verrà richiesto di lasciare le scarpe all’ingresso e pagare qualche spicciolo per la custodia.

Tempio d'oro, Dambulla

Sigiriya e Pidurangala

Il giorno seguente, dopo una lauta colazione, potrebbe essere finalmente giunto il momento di vedere quello che è a tutti gli effetti uno dei simboli dello Sri Lanka, nonché Patrimonio dell’Umanità: il sito di Sigiriya. Per arrivarci da Dambulla basta prendere un autobus che impiega circa trenta minuti di strada. L’antica città di Sirigiya si trova su una roccia all’interno di un parco che non richiede biglietto d’ingresso, mentre la visita al sito archeologico, che ha come attrazione principale le rovine di un antico palazzo costruito nel V secolo durante il regno di re Kasyapa, ha un costo di circa 30 euro, cifra considerevole comparata con il costo della vita in Sri Lanka.

Un’alternativa low cost è fornita dalla vicina Pidurangala Rock, una roccia quasi gemella di Sirigiya, il cui prezzo d’ingresso è di circa 3 euro. La vista dalla cima di entrambe le rocce risulta essere assolutamente eccezionale poiché sono le uniche alture nel raggio di chilometri e regalano un orizzonte che si estende senza interruzione a perdita d’occhio. Se avete tempo potrete farle entrambe. Il tempo richiesto non è molto e l’ultimo pezzo di Pidurangala è molto divertente poiché richiede capacità miste tra quelle di un contorsionista e uno scalatore pur non risultando mai difficile, senza contare che la vista di Sigiriya da lontano è davvero suggestiva.

DOVE DORMIRE. A Dambulla è letteralmente pieno di bed and breakfast, hotel e affittacamere. Se state un po’ fuori dal centro potrete trovarne uno immerso nel verde, come il Green Edge ma dovrete prendere un taxi per andare in centro e procacciarvi del cibo. Viceversa soggiornando al City Paradise o altro hotel in centro città vi ritroverete nel cuore del caos cingalese e nei pressi di un gran numero di locali e della stazione degli autobus.

DOVE MANGIARE. Il Rithu Restaurant è un’ottimo consiglio per un pranzo informale, così come il Sakura. Le offerte sono numerose ma non infinite, specialmente la sera. Qualche volta può essere un pochino più complicato trovare ciò che si sta cercando ma mai nulla di drammatico o che non si possa risolvere prendendo un tuktuk.

Sigiriya, Sri Lanka

Sri Lanka: il mio viaggio termina qui

Altre idee nel caso vi sia rimasto tempo a disposizione potrebbero essere di dedicare una giornata ad uno dei parchi naturali della zona, qualora la vostra sete di templi e cultura locale non si fosse ancora placata, proseguire verso nord per arrivare ad Anuradhapura dove lo stupa Runanwelisaya vi saprà certamente regalare quella soddisfazione che state cercando.

Vi sarebbero ovviamente centinaia di altri posti che meriterebbero una visita, uno tra tutti potrebbe essere Jaffna, oppure tutta la costa est che in queste pagine non è stata nemmeno presa in considerazione ma non certo meno degna di nota, o ancora tutte quelle zone poco battute dai visitatori che racchiudono ancora moltissimi segreti ancora da scoprire.

Lo Sri Lanka, come ormai avrete potuto capire se avete seguito il racconto del mio viaggio, è una terra meravigliosa e affascinante, in grado di colpirvi sin dal primo momento in cui vi avete poggiato piede sopra e dalla quale ve ne andrete ricchi di esperienze e momenti indimenticabili ma laddove, ahimè, avrete lasciato un pezzo di cuore.