Colombo: cosa vedere nella capitale dello Sri Lanka

Colombo Sri Lanka Colombo, Sri Lanka | Ben Askins McKay Savage

Colombo, la capitale cingalese, non è propriamente il posto dove trascorrere una settimana di vacanza. Molto smog, molto sporca e afosa, eppure riesce a regalare emozioni. Si perchè qui ci si approccia per la prima volta con la cultura dello Sri Lanka: il primo bus sgangherato e il primo tuktukaro che cerca di farvi pagare un conto spropositato poichè siete appena arrivati e non avete idea dei prezzi locali.

Qualuque cosa costa al massimo 3 euro, di più è quasi sempre un furto; e se siete abili nell’arte di contrattare potete facilmente far scendere le richieste fino ad un euro e cinquanta. Nulla è fisso se non siete al ristorante, talvolta persino negli hotel e ostelli si riesce a contrattare se volete prolungare il soggiorno.

I trasporti sono assolutamente efficenti, se visti sotto un certo punto di vista. Arrivano ovunque e passano a tutte le ore (diurne). Sbagliare mezzo è praticamente impossibile poiché i bigliettai urlano il nome della destinazione prima di ogni fermata, non mancano mai di chiedere dove state andando e si prodigano nel comunicarvi la destinazione raggiunta qualora non ve ne foste accorti. Questo accade non solo nella capitale ma in tutto il Paese, non c’è modo di rimanere a piedi a meno che non ci si voglia avventurare in qualche angolo davvero remoto.

COSA VEDERE A COLOMBO

Il mercato di Colombo è grande e confusionario. Si trovano tonnellate di cianfrusaglie più o meno utili, perfetto per il souvenir bello per mamma o uno brutto per il parente antipatico. Ovviamente anche qui, soprattutto qui, vigono le solite regole: il prezzo giusto è quello su cui ci accordiamo. Insomma, fatevi coraggio e buttatevi nel gioco delle contrattazione, perchè è più o meno di questo che si tratta. Il primo prezzo è per chi ci casca o non ha voglia o tempo di discutere, di li in poi diventa una partita a braccio di ferro.

Moschea Colombo Sri Lanka

Jami Ul-Alfar Mosque | McKay Savage

Meritano una visita anche i luoghi di culto. Lo Sri Lanka ospita molte religioni che convivono fianco a fianco: potete visitare chiese, moschee e templi indù nel giro di pochi metri. Ovviamente è sempre richiesto un abbigliamento decoroso, occorre indossare generalmente pantaloni lunghi, talvolta un velo copricapo per le donne.

Tra le cose che meritano una visita a Colombo vanno inoltre menzionati: il National Museum of Colombo situato in Sir Marcus Fernando Mawatha, il tempio buddhista di Gangaramaya al 61 di Sri Jinarathana road, il parco di Viharamahadevi per un tranquillo pomeriggio di relax, il sopracitato mercato di Pettah, infine uno dei tanti casinò da poco costruiti se sentirete la fortuna vostra amica.

COSA E DOVE MANGIARE

Per quanto riguarda il cibo c’è veramente di tutto date le varie culture. Il denaro cinese sta invadendo il Paese e ogni giorno nuovi resort 5 stelle spuntano come funghi, fianco a fianco a ristoranti di altissima qualità, capaci di regalare cene a base di pescato fresco e di soddisfare anche i palati più esigenti.

Per i temerari e gli stomaci d’acciaio il kottu take away è la soluzione più economica e gustosa (è veramente delizioso), fermo restando che non si deve prestare troppa attenzione alle condizioni igieniche in cui viene cucinato in strada o la confezione salvafreschezza in cui verrà incartato. Qui non servono indirizzi, per strada se ne trova uno ad ogni angolo.

Mercato Colombo Sri Lanka

Patty Ho

Se invece volete sedervi a un tavolo pulito con un servizio degno di questo nome allora il The Lagoon al 77 di Galle Road fa al caso vostro se il pesce è quello che cercate, il Table One al numero 1 di Galle Face per cibo cingalese o al Chutneys At Cinnamon Grand Colombo al 77 di Galle Road per l’indiano. Ovviamente queste sono solo alcune delle tante soluzioni percoribili, i posti e il buon cibo non mancano certo ed esplorando si possono scoprire mille interessanti sorprese.

Tenete ben presente che qui il piccante brucia quanto le fiamme dell’inferno e, per i meno avvezzi, i loro livelli leggeri potrebbero risultare intollerabili e in grado di rovinarvi la cena quindi se non siete amanti o molto coraggiosi chiedete “non piccante” perchè persino in questi casi potrete scorgere quella nota di calore data dal curry.

DOVE DORMIRE

Per dormire, se vi sentite particolarmente temerari, potete alloggiare in ostello al Colombo city Jumbo Hostel al 762 di Maradana Road, luogo nel quale ho soggiornato io con la piacevole compagnia di alcuni backpacker, la dolcissima e disponibilissima signora che lo gestisce e una certa e variabile quantità di topi e scarafaggi che puntualmente ci facevano visita durante il giorno e la notte.

Se invece preferite qualcosa di più antisettico optate per uno dei vari hotel 5 stelle come il Shangri-La situato sul mare in via Galle Face oppure, a prezzi un po’ più popolari, il Tarus Villas in zona Alvis Terrace. Le opzioni sono decine, queste sono solo alcune delle tante strutture per turisti create di recente e perfette per ogni tipo di esigenza.

Pettah Sri Lanka

Dan Lundberg

Per Colombo non occorre aggiungere altro, meglio prendere il treno diretto verso Kandy e lidi migliori per il turismo.