Weekend in Umbria tra borghi medievali e agriturismo

umbria weekend valnerina Valnerina | simone_aramini

Un itinerario di tre giorni nel cuore dell’Umbria, perfetto per il vostro Ferragosto o per un weekend. Si inizia con il Castello di Postignano e i borghi della Valnerina; si continua con un agriturismo senza rivali per relax, cibo e accoglienza; si finisce con la vivacità e i capolavori d’arte del centro storico di Perugia.

1° GIORNO: RELAX AL CASTELLO DI POSTIGNANO

Il Castello di Postignano è un antico borgo medievale riportato alla vita da uno straordinario e meticoloso lavoro di restauro. Un luogo antico e affascinante in cui riposare mente e fisico. Un’atmosfera indimenticabile e un panorama mozzafiato.

Nello scenario della Valnerina, sessanta case raccolte attorno alla torre e alla piccola pieve affrescata hanno ripreso vita lo scorso anno. Dopo il terremoto del 1997 questo paesino è rimasto in stato di abbandono fino a quando due architetti romani se ne sono innamorati e hanno deciso di riqualificarlo.

Oggi il Castello di Postignano è un relais dove il vecchio e il nuovo sono fusi perfettamente insieme. Corten, legno, pietra e tanti fiori. Le vecchie abitazioni sono diventate appartamenti e camere in cui soggiornare.

Castello di Postignano, Umbria

Castello di Postignano

Le antiche botteghe ospitano mostre di fotografia, una sala biliardo, un negozio dove acquistare prodotti locali e una sala lettura. Nella vecchia chiesa sconsacrata c’è una sala elegante e raffinata per la musica. Per il benessere e per la cura del corpo provate la piscina e la spa.

La giornata è condita con una colazione sulla terrazza panoramica seduti a un tavolino colorato, una visita del borgo, uno spuntino a base di prodotti locali e un bagno in piscina. La sera è La Casa Rosa, il ristorante: un bicchiere di Sagrantino e i piatti unici cucinati con cura dallo chef.

2° GIORNO: PRECI, CERRETO DI SPOLETO, RASIGLIA, FOLIGNO

A poca distanza c’è Preci con i suoi palazzi gentilizi del XVI – XVII secolo e la sua abbazia benedettina di San Eutizio. A seguire nel vostro itinerario c’è il castello di Cerreto di Spoleto, arroccato su uno sperone. Continuate addentrandovi nel borgo per ammirare la Piazza Pontano e la chiesa di Santa Maria Annunziata.

È possibile visitare Preci e Cerreto di Spoleto anche seguendo un percorso di trekking. Iniziate dall’abbazia di Sant’Eutizio e seguendo il sentiero arriverete alla chiesa di Santo Spes, la più antica di Preci e poi a Castelvecchio. Per una pausa in totale relax sulla vostra strada ci sono i Bagni di Triponzo. Riprendete il cammino, la prossima tappa è quella finale: Cerreto di Spoleto.

Rasiglia, Umbria

Rasiglia | Kimahri88

A venti chilometri da Cerreto di Spoleto c’è l’affascinante Rasiglia, una frazione di Foligno. Il borgo medievale, celebre per le sue sorgenti, si incastra nel panorama con una struttura ad anfiteatro. L’acqua è l’elemento intorno al quale ruota la vita della città, la attraversa letteralmente.

Da Rasiglia spostatevi a Foligno, la città della Giostra della Quintana. Assolutamente da vedere sono il Duomo, il Palazzo Comunale e Palazzo Trinci. Tappa fissa di chi passa in città è l’opera di Gino De Dominicis ospitata nell’ex Chiesa della Santissima Trinità in Annunziata: Calamita Cosmica. Uno scheletro gigantesco con il naso a punta in una scenografia senza pari.

Con un biglietto cumulativo potete visitare anche il Centro Italiano Arte Contemporanea, ex Centrale del latte e oggi contenitore oltre che promotore di arte. Fino al 30 settembre 2018 ospita la mostra Istruzioni per abitare la città. Opere e ricerche nell’ambiente urbano dal 1969 al 2017. Un percorso espositivo curato da Italo Tomassoni, Giacinto Di Pietrantonio e Giancarlo Partenzi che esplora l’indagine del poliedrico architetto, designer e artista Ugo La Pietra.

Per cena e pernottamento raggiungete La Corte del Lupo, in località Pertana a Nocera Umbra. E’ un agriturismo immerso nel verde, dove i sorrisi e il meraviglioso cibo di chi vi accoglie vi faranno sentire meglio che a casa. Ricordatevi di prenotare.

Agriturismo La Corte del Lupo

Agriturismo La Corte del Lupo

3° GIORNO: RELAX IN AGRITURISMO E GITA A PERUGIA

Dopo un risveglio tra le incantevoli colline umbre e una generosa colazione, concedetevi una mezza giornata di relax in agriturismo, approfittando della piscina o della sala lettura. Per gli instancabili e i golosi c’è in alternativa la possibilità (previa prenotazione) di un percorso guidato all’interno del Birrificio artigianale FLEA o di una degustazione con i prodotti dell’azienda agricola.

Per il pomeriggio, a 50 chilometri c’è Perugia, città che merita assolutamente una visita. Parcheggiate la macchina nei pressi del Centro direzionale Fontivegge, disegnato negli anni ’80 da Aldo Rossi, e prendete il Minimetrò progettato dall’archistar Jean Nouvel, dopo di che dirigetevi verso il cuore della città: Piazza IV Novembre. Qui, da ammirare necessariamente sono la Fontana Maggiore, costruita tra il 1275 e il 1278 da Nicola e Giovanni Pisano, la Cattedrale di San Lorenzo e l’imponente Palazzo dei Priori, sede della Galleria Nazionale dell’Umbria.

Perugia

Chris Yunker