Madrid per te: 24 ore di coccole con stile

Madrid al tramonto Madrid al tramonto dall'Hotel VP Plaza |

Sei abituata al viaggio low cost? Allo zaino in spalla? All’ostello? Per una volta stacca la spina e concediti il lusso di quello che mi piace definire “il viaggio coccola”. Bastano poco più di 24 ore e ricordare di non badare troppo alle spese, di mettere in valigia il vestito preferito (e anche il costume) e di lasciar perdere la dieta.

Prendersi una pausa dalla quotidianità è il modo migliore per ricaricare le energie. Abbandonare le abitudini, anche solo per poche ore, porta aria di novità e freschezza. Vale per la vita di tutti i giorni, ma anche per il modo di viaggiare.

Da fare in compagnia, ma anche da sola, magari fuori stagione per goderti in esclusiva ogni dettaglio, per prenderti cura di te, ecco i suggerimenti per un “viaggio coccola a Madrid”.

DOVE ALLOGGIARE

La scelta dell’alloggio è senza dubbio il focus del viaggio. Deve essere dotato di ogni confort e ben localizzato, per spostarsi in città comodamente, ad ogni ora. Meglio non eccedere nel lusso che rischia di irrigidire l’atmosfera, quello che consiglio è quindi un hotel contemporaneo, giovane, dall’atmosfera frizzante.

A Madrid il VP Plaza España Design Hotel (5 stelle) risponde a queste caratteristiche; inaugurato da solo un anno e mezzo è già considerato uno dei migliori hotel di tutta la città per il suo perfetto equilibrio tra stile, eleganza e comodità, non a caso ha una clientela giovane ed è la meta preferita dagli sportivi: a novembre sarà il quartier generale delle squadre nazionali di tennis, Italia compresa che parteciperanno alla Coppa Davis (Davis Cup by Rakuten Madrid Finals).

Madrid VP Plaza Hotel

L’hotel è localizzato nella centralissima Plaza de España e le sue stanze, estremamente silenziose, più che camere sono punti panoramici sulla città, offrono viste davvero pazzesche di cui godere anche dalla doccia o dalla vasca da bagno, un sogno ad occhi aperti per i viaggiatori che amano le atmosfere urbane.

Costi? Alti naturalmente, ma anche se non disponi di un budget particolarmente ricco, potrai concedertelo almeno per una notte. Inoltre, anche gli hotel più lussuosi in qualche caso, fuori stagione o last minute, offrono sconti interessanti. La cosa migliore è tenere d’occhio costantemente la pagina booking dell’hotel, cercando la data più conveniente.

Al VP Plaza España Design Hotel nulla è lasciato al caso, tantomeno il momento più importante della giornata: la colazione. Un laboratorio dedicato appena fuori città sforna pane fresco tre volte al giorno (ogni tipo di pane), la pasticceria interna realizza dolci straordinari e dal mercato arrivano quotidianamente frutta esotica e verdura fresca, non mancano anche uova, salumi, pesce affumicato, cereali, yogurt, formaggi. Insomma un vero banchetto che conquista anche chi di solito “Io no, non faccio colazione”. D’altro canto non si era detto di cambiare abitudine?

Un pò di shopping

Varcata la soglia dell’hotel in uscita (e salutato il portiere con bombetta), girando a destra ci si trova in Calle de Los Reyes, la strada d’accesso ad uno dei quartieri più di tendenza di Madrid: Malasaña. Le vie sono un susseguirsi di botteghe e negozi che sfociano in piccole, accoglienti e affollate piazze. Troverai interessanti librerie indipendenti, negozi di vintage e artigianato, tra cui la Antigua Casa Crespo che da generazioni vende le migliori espadrillas di Madrid.

Libreria a Malasaña | Álvaro Ibáñez

Se ci hai preso gusto e sei ormai entrata nel mood coccola, concediti senza esitazioni una rinfrescata al look. Nel quartiere ci sono molti saloni di bellezza moderni e divertenti. Ho provato il Corte Cabeza Hair (non è necessario prenotare) e devo dire che l’atmosfera urban del salone, la simpatia dei giovani parrucchieri e il lavaggio testa con massaggio, mi hanno fatto sentire in men che non si dica bella e leggera.

Ora di pranzo

Se dopo lo shopping e la seduta di hair styling ti fosse venuta fame consiglio o una tappa al Mercato di San Miguel, dove poter soddisfare ogni desiderio tanta è la varietà dei banchi che propongono street food. Oppure potrai pranzare al Barrio de Las Letras, quartiere che prende il nome dalla sua frequentazione storica da parte dei più grandi scrittori del Paese; è qui che ha vissuto Cervantes, il celebre autore del Don Chisciotte.

Se opterai per questa seconda scelta consiglio il ristorante La Huerta de Tudela: piatti semplici e stagionali, le materie prime arrivano direttamente dall’orto. Prova il salmorejo (una zuppa fredda simile al gazpacho) e, se sarà stagione, la crema di carciofi. Lasceranno il segno. Una nota, nei ristoranti l’ora del servizio del pranzo inizia dalle 14:00, non provare ad arrivare prima, troverai i camerieri impreparati.

Mercado San Miguel

Mercado San Miguel | © Gracia Querejeta

Ancora shopping o spa?

Il quartiere Las Letras è l’ideale per una passeggiata pomeridiana all’insegna dello shopping d’autore. Sono molti i negozi che propongo moda e oggetti di design, gallerie d’arte e artigianato contemporaneo. Però, se non avrai ancora saziato la vostra voglia di coccole, il mio consiglio è di regalarti qualche ora alla spa o in piscina, meglio se interna all’hotel, così da poter uscire in accappatoio dalla tua stanza ed entrare in acqua nel solo tempo di una discesa in ascensore. Capirai perché gli antichi romani costruivano terme in ogni dove e consideravano quello della cura di sé un momento imprescindibile nell’arco della giornata.

Così, senza pensarci troppo arriverà il momento dell’aperitivo in cui potrai sfoggiare l’assenza di occhiaie e l’aria serena. Il Ginkgo Sky Bar, all’ultimo piano del VP Design Hotel è uno dei migliori banconi della città, di certo è l’unico ad avere una vista così. Goditi l’ora del tramonto da qui: la città si tinge di rosa e si illuminerà ai tuoi piedi. L’atmosfera verde del locale, le piante, le decorazioni con grandi foglie di ginko, ti faranno sentire in un giardino privato e, se non segreto, quanto meno esclusivo. Il locale è molto frequentato da tutta la città e ne sta dettando lifestyle e tendenze. Insomma da non perdere!

Ginkgo Sky Bar Madrid

Se le gustose tapas non dovessero soddisfarti completamente, concediti la cena. La cucina propone una fusion tra tradizione spagnola e tecniche giapponesi. I piatti sono così equilibrati tra gusto ed estetica che anche chi non ama il genere finisce per farsi conquistare dalle proposte dello chef. L’ora di cena è accompagnata dalla musica dal vivo e le proposte musicali variano ogni sera.

Madrid di notte

Prima di affondare nei cuscini della camera da letto, consiglio una passeggiata tra le vie della città che continua animata fino a notte fonda. La ciliegina sulla torta potrebbe essere una visita a Salmon Guru, un bar-tender un po’ controcorrente (come il salmone insegna) che da poco più di due anni gestisce uno dei locali più di tendenza della città; merita un passaggio, anche solo per sfogliare il menu che si apre in pagine pop-up e illustrazioni accattivanti.

Lasciati trascinare da questo alchimista contemporaneo e mentre sul bancone prenderanno vita cocktail scenografici dai profumi inconsueti, congedati da questo viaggio, insolito e a tratti eccessivo. Ma quando si tratta di coccolarsi, una volta ogni tanto, nulla è eccessivo.

Madrid, movida

© Gracia Querejeta

Voli per Madrid a partire da 30€