Sciare con i bambini, come sopravvivere alla settimana bianca

settimana bianca bambini

Come ogni genitore impara presto sulla propria pelle, viaggiare e viaggiare con bambini sono due questioni diverse. A maggior ragione per una vacanza sulla neve, dove la gestione dei piccoli è complicata da fattori di vario tipo, tra cui quelli climatici. Per fare un esempio: provate a (far) vestire per lo sci un bambino di tre anni mantenendo la calma. Eppure con alcuni accorgimenti e un po’ di organizzazione potranno rendere la settimana bianca un’esperienza piacevole per tutti, grandi e piccoli.

Hotel o appartamento?

Ancora prima della località la prima decisione da prendere, che influenzerà molto l’andamento della vacanza, riguarda il tipo di struttura in cui soggiornare. La scelta è personale ma va fatta tenendo a mente i pro e i contro, e le inclinazioni dei bambini.

Con i bambini piccoli molti genitori ritengono più comodo l’appartamento in quanto consente di ricreare uno spazio di routine famigliare confortevole, cucinare, mantenere indipendenza e flessibilità, andare più facilmente incontro alle esigenze dei bambini, oltre che gestire eventuali inconvenienti. Il tempo è pessimo? Il piccolo non sta bene? Si può restare in casa a giocare, guardare un film, leggere un libro, cucinare qualcosa di speciale.

Valle d’Aosta: appartamenti e hotel per famiglie direttamente sulle piste da sci.

L’altro lato della medaglia di una settimana bianca in appartamento consiste nel doversi fare carico di tutte quelle incombenze quotidiane (dalle pulizie domestiche alla spesa) che non sempre si conciliano con l’idea di vacanza. Per questo motivo ci sono famiglie che preferiscono l’hotel, magari scegliendo accuratamente la struttura tra quelle che offrono servizi mirati per le famiglie, come aree gioco, menu speciali per bambini, baby sitter. Una regione all’avanguardia in questo tipo di accoglienza è senza dubbio il Trentino-Alto Adige: sul sito Booking.com si può cercare, tra tanti hotel, quello che meglio risponde alle nostre esigenze per servizi e vicinanza ai campi da sci.

Che sia hotel o appartamento converrà in ogni caso scegliere una struttura direttamente sulle piste, o almeno con gli impianti e la scuola sci raggiungibili a piedi in pochi minuti.

Destinazione, quale scegliere?

E la localita? Quale scegliere per una settimana bianca in famiglia? Dipende ovviamente da voi, dai vostri gusti personali e dalla vostra posizione geografica di partenza. Non è affatto detto che le località più moderne e i comprensori più vasti siano la scelta migliore. Che sia l’Alto Adige o la Valle d’Aosta, ricordate con umiltà che state andando a sciare con i vostri bambini, rimandate i propositi avventurosi come il Tour Sellaronda o la traversata del Monte Bianco. Trovate un compromesso realistico tra i vostri desideri e le esigenze dei bimbi.

Una piccola località e un piccolo comprensorio, oltre che più economici possono essere più adatti per fare i primi passi sugli sci e dare anche a voi la possibilità di fare qualche pista nel tempo libero a disposizione, che non sarà molto. Ecco qualche esempio:

In Valle d’Aosta, Breuil-Cervinia offre il comprensorio forse più bello di tutte le Alpi Occidentali ed è ben attrezzata anche per i bambini, con campi scuola e aree gioco, ma se cercate qualcosa di più piccolo e a misura di famiglia considerate anche località come Chamois (dove non circolano automobili) e Valgrisenche.

Sulle Dolomiti c’è di tutto e di più. In Alto Adige molti considerano con ottime ragioni Alpe di Siusi la località perfetta per le famiglie: campi scuola, piste larghe e sicure, facili o di media difficoltà. Sappada, nelle Dolomiti Bellunesi, offre venti chilometri di piste e Nevelandia, il parco giochi sulla neve più grande d’Italia. A Folgarida nella trentina Val di Sole i bambini fino a 8 anni non pagano lo skipass, trovate piste di alto livello per gli adulti ma anche campi scuola e aree gioco dedicate ai più piccoli.

Quando andare?

Qualunque sia la vostra destinazione, evitate se potete le affollate e costose vacanze di Natale, i fine settimana e il ponte di Carnevale. Risparmierete soldi ed eviterete code ai caselli autostradali e agli impianti di risalita. Quando prenotare? Ci sono due correnti di pensiero, entrambe con ragioni valide. Se lo fate con largo anticipo potete scegliere tra gli appartamenti e hotel migliori, ma una prenotazione last minute può consentirvi di scegliere il periodo in base alle condizioni climatiche del momento. Tenete conto che in molte località, come ad esempio Alpe di Siusi, se non prenotate con molti mesi di anticipo è quasi impossibile trovare posto.

La nostra scelta
A Chamois: Hotel Maison Cly
A Folgarida: Hotel Madonna delle Nevi
A Chiesa Val Malenco: Casa Vacanza La Rocca
Ad Alagna Valsesia: Residence Casa dei Fiori
A Selva di Val Gardena: Biancaneve Family Hotel

bambini, sciare