Arembepe, Brasile: comunità hippie tra lago e oceano

arombepe
Questo articolo è una tappa del viaggio di Davide in Sudamerica. Leggi l’itinerario completo qui »

Il viaggio in Sudamerica prosegue nei dintorni di Salvador de Bahia. Se anche voi amate stare a contatto con la natura lontani da strutture, ombrelloni e caos, se ogni volta che sentite la parola comune – ma anche comunità – fate la faccina sognante, se volete provare a vivere la giornata finché c’è luce e poi starvene al solo lume di candela, Arembepe è il posto che fa per voi. Io ne sono venuto a conoscenza un po’ per caso, grazie al passaparola e a un racconto in ostello di alcuni brasiliani.

ArombepeÈ un piccolo villagetto hippie, a fianco di un paesino di 80 abitanti, che rifiutano tutto ciò che ha a che fare con il mondo del consumismo, divenuto ormai per gran parte dell’umanità come una specie di processo irreversibile al di là della volontà o meno di accettarlo. Poeti, artigiani, musicisti, vivono senza un cartellone pubblicitario attorno ma solo palme, lago, mare. Chilometri e chilometri di spiagge bianche e oceano tumultuoso con pochissime presenze qua e là.

Camminando sulla spiaggia, si può andare avanti per molto tempo senza incrociare anima viva, o magari vi capiterà di incontrare allegre e numerose famigliole coi bambini nudi che scorrazzano per la spiaggia e si divertono in totale libertà. L’oceano come dicevamo è piuttosto bizzarro, quindi fate il bagno tranquillamente ma non andate a largo, potrebbe essere molto rischioso.

Si può trovare ospitalità nelle tende a poco prezzo, piantate sulla sabbia a poca distanza dall’oceano. Oltre a qualche tenda sparsa radunata attorno al lago, troverete una piccola struttura dove pranzare e una casetta più grande dove stanno i ragazzi che gestiscono il posto. Se volete avere qualcosa per cena senza dover fare i chilometri per arrivare al paesino più vicino, dovete dirlo in anticipo all’ora di pranzo, in modo che la spedizione dei gestori comprenda anche le vostre richieste.

Cosa si può fare ad Arembepe? Un salto al paesino fatelo, a curiosare e incontrare le poche facce in giro, e magari anche per fare rifornimento di acqua e cibo. Dopodiché sono passeggiate sulla spiaggia, bagni (anche al lago, nella foto a destra), e giornate completamente libere e pensierose dove prendersela con calma, leggere, entrare in armonia con la natura e rilassarsi. Insomma, una comune fuori dal mondo, dove la sera è possibile mettersi in quella specie di casetta/capanna con i ragazzi che ci vivono e chiacchierare, sentire le loro storie, cantare, suonare la chitarra e lo djambè, conoscere persone che chissà come sono finite lì e tante altre sorprese o casualità che vi renderanno veramente difficile lasciare questo posto, a parte forse la scomodità della tenda sulla sabbia se non avete un materassino.

Capita di provarlo in diversi lati del mondo, probabilmente anche in Italia, ma vivere anche solo per alcuni giorni senza elettricità, alzandosi alle 7 e andando a dormire alle 22, lontani da computer, televisioni e telefoni, è rigenerante. Farlo da soli può essere un’esperienza fantastica ma anche duretta viste le giornate fuori dal tempo, farlo in compagnia di amici o del partner di sicuro vi agevolerà nelle iniziative avventurose e nel trascorrere divertendosi quelle giornate fatte di spiaggia e mare, con la possibilità di mangiare pesce appena pescato.

Brasile, comunità hippie

Il consiglio è di fermarsi almeno tre giorni. Dicono che di qui siano passate tutte le rockstar degne di questo nome e non solo, si parla delle passeggiate lungomare di Mick Jagger e dei Rolling Stones, di Janis Joplin e di Roman Polanski. E chissà quanti altri ancora, visto che un luogo così magico e sperduto e fuori dal mondo è in realtà a poco più di un’ora da una delle più grandi aree urbane del Brasile.

Come arrivare. Prendete un bus locale da Salvador de Bahia, uno di quei bus ordinari che girano per le città di tutto il Brasile. In un’ora e mezza compie i neanche 50 chilometri di strada che vi portano in questo scenario splendido.

Il viaggio in Sudamerica continua… In una delle baie più belle al mondo: Ilha grande