Capodanno in Umbria: tradizionale, romantico o sportivo?

Capodanno in Umbria CC Roberto Ferrari

Capodanno è un momento in cui prendersi un po’ di tempo, un’occasione per staccare e cambiare aria. Ogni cultura festeggia a modo suo, ogni società lo celebra in momenti diversi, per tutti è simbolicamente il momento per chiudere e riaprire, per auspici e auguri e altre piccole tradizioni più o meno rituali. Spesso però diventa solo l’ennesimo momento di consumo e un’occasione di sfogo, una specie di catarsi forzata a suon di bombe di Maradona.

C’è possibilità di sfruttare questo momento di festa in maniera più riflessiva, più fruttuosa, per esempio evitando i centri caotici per rifugiarsi in mezzo alla natura – campagna, montagna o mare che sia – in compagnia dei propri amici e godere dei piaceri più semplici e naturali.

A chi predilige questo approcci, suggeriamo l’Umbria, terra di ulivi, pace, cibi squisiti e molta poesia.

Per l’ultimo dell’anno si può optare per il classico agriturismo, magari nei dintorni di Assisi, uno dei centri spirituali più importanti a livello mondiale, un paesello che è diventato leggenda grazie ai suoi due santi vissuti in povertà. Passare tre giorni fuori da qualsiasi pretesa futuristica e consumistica, avvolti dal fascino e dal mistero di questo gioiello. Un connubio di arte – su tutte la Basilica di San Francesco e di Santa Chiara – bellezza urbanistica, paesaggi incredibili e un’energia particolare, mistica non solo per i cattolici. Di Assisi è facile innamorarsi, difficile staccarsi. Informazioni utili: tra gli agriturismi che organizzano offerte per il Capodanno, La Tavola Dei Cavalieri (4 notti con cenone e festa: 340€ cad. circa) e Le Case (4 notti con Cenone e visita al birrificio artigianale: 320€ cad. circa).

fuochi d'artificio - umbria

CC Fabrizio Sciami

Un’alternativa per un capodanno romantico, è trascorrere tre giorni a Spoleto in una Spa tra piscina, terme e cenone, nel fantastico contesto della città all’estremità meridionale della valle umbra. Alternare massaggi, sedute di musicoterapia e cromoterapia a passeggiate all’insegna dell’arte e della storia, è un’opzione niente male. Spoleto è un centro antichissimo ricco di monumenti da visitare e di bellezze naturali, come il Bosco sacro di Monteluco, una lecceta secolare in cui è possibile inoltrarsi e raggiungerne la sommità, dove sorge un convento francescano. Informazioni utili: ci sono diverse offerte last-minute. Segnaliamo Il Baio Relais & Natural Spa e la Scuderia Resort Natural Spa.

Booking.com hotel Umbria

Un’idea originale all’insegna dell’attività fisica, è quella dall’associazione Solearia, Gira l’Umbria, che propone tre giorni (dal 30 dicembre al 1 gennaio) tra tuffi nell’arte e nella natura alla scoperta di Assisi e del Monte Subasio, tutto a piedi e in bicicletta. Si comincia venerdì 30 con un’escursione a piedi alla vetta del Monte Subasio tra animali al pascolo, ampi panorami e i mortari: 10 km di strada per 200 metri di dislivello. Sabato 31 è dedicato all’escursione sulla neve con ciaspole e racchette in attesa del cenone tradizionale di Capodanno a base di prodotti tipici. L’1 è il turno dell’escursione guidata di tre ore in bicicletta, 25 km tra saliscendi con pranzo finale. E’ un’iniziativa molto bella, che l’Associazione offre per 350 euro a gruppetti di almeno 10 persone. Un’occasione per stare insieme, divertirsi, purificarsi e perché no ritrovare quel contatto con la natura che aiuta a recuperare una dimensione più autentica. Si parte presto per le escursioni, si pranza insieme e il pomeriggio si è liberi di girovagare per la bella Assisi.