Piccola guida alla Barcellona di tendenza

Guida Barcellona locali tendenza CC Claudio Cesarano

Voglia di divertirsi? A Barcellona è praticamente un must. Al calar del sole, dopo un paio di cocktail in uno dei tanti bar de copas disseminati per la città, inizia la spumeggiante notte catalana.

Con lo scoccare della mezzanotte, il popolo dei tiratardi si riversa nei locali trendy, meta prediletta di molte star dello spettacolo e della moda. Tra i più gettonati ci sono quelli della Barceloneta e del Passeig de Gràcia. Proprio in questa zona, per la precisione in Calle Tuset, si trova una delle discoteche più in di Barcellona, il Sutton. All’interno del club – con due zone VIP, due privée e cinque aree distinte – capita spesso di imbattersi in celebrità dello sport e del cinema. Dalla sua inaugurazione il Sutton ha ospitato, tra gli altri, Rafa Nadal, Ronaldinho e Nicolas Cage.

Rimanendo in tema di discoteche, non si può fare a meno di citare anche il Pacha, locale ben impresso nella mente degli habitué della notte catalana e non solo. Il club appartiene, infatti, a una catena internazionale, nata nella patria del divertimento per eccellenza: Ibiza. Il Pacha – ubicato in Avenida Doctor Marañón – è uno dei locali preferiti dai più giovani, attratti dalle serate a tema e dalle performance di Dj famosi in tutta l’Europa. Altro protagonista della notte è il Razzmatazz che, nelle sue cinque sale, oltre a dj-set per ogni gusto, ospita regolarmente musica dal vivo ed esibizioni di popstar internazionali.

Barcellona di notte

CC alterna2.com

Nelle calde notti estive, ci si può invece immergere nell’atmosfera suggestiva del club La Terrrazza, discoteca all’aperto situata nel cuore del Poble Espanyol, sulla collina del Montjuïc. Nelle numerose piste del locale – tra cui una completamente destinata al chill-out – si può ballare fino allo spuntare dell’alba e godere di indimenticabili viste sulla città.

Sempre al Montjuïc, un’altra chicca della città: la Fontana Magica, che offre uno spettacolo di musica, colori e giochi d’acqua da non perdere. Un’occasione perfetta per iniziare la serata. Lo spettacolo è gratuito (tra Maggio e Settembre: ore 21, da giovedí a domenica; tra Ottobre e Aprile: ore 19 di venerdí e sabato).

Per chi alle discoteche preferisce la movida del Barri Gòtic, il quartiere che si snoda intorno alla Rambla, è da segnalare il Jamborree, in Plaça Reial. Nelle prime ore della notte, il club offre spettacoli jazz di altissima qualità, mentre da mezzanotte in poi le sue sale si animano con musica indie, rock e R&B. Nella sua decennale carriera, questo locale – uno tra i più conosciuti nell’intera Spagna – ha ospitato miti del jazz come Chet Baker e Lionel Hampton.

Gli amanti dei ritmi calienti possono trovare pane per i loro denti al Bikini, in Avenida Diagonal 547. Il locale non propone esclusivamente musica latino-americana, ma ogni settimana organizza spassose serate dedicate a salsa, samba e bachata.

Anche chi è un po’ a corto di “grana” – o “pasta”, come la chiamano gli spagnoli – può quasi sempre permettersi di trascorrere la notte in questi templi dello svago. Moltissimi locali di Barcellona prevedono l’entrata gratuita prima della mezzanotte e sconti sull’ingresso o sulle consumazioni. Per usufruirne basta solo cercare i volantini dei club, disponibili in parecchi luoghi della città tra negozi, info-point e mete turistiche varie, o fare due passi lungo la Rambla.

Se tra un locale e l’altro avete tirato l’alba, per concludere alla grande, non vi resta altro che tuffarvi in un’ottima colazione catalana, a base di churros, chocolate o café con leche. Di bar aperti fin dalle prime ore del  mattino se ne trovano in ogni angolo della città: dal Bar Marsella (Calle Sant Pau 6), locale che nel corso della sua storica carriera ha avuto clienti come Dalí, Picasso e Gaudí,  al Ginger (Calle Palma de Sant Just), le cui atmosfere ricordano il glamour degli anni ’20.