La Paz, Bolivia: una capitale a 3600 metri

La Paz © Davide Fracasso
Questo articolo è una tappa del viaggio di Davide in Sudamerica. Leggi l’itinerario completo qui »

La Paz è la capitale più alta al mondo: cuore della Bolivia, contiene in sé anima e volto della nazione boliviana di oggi, è un incredibile anfiteatro a cui si arriva viaggiando tra altipiani e montagne innevate. Città caotica e ipnotica, ha tutto ciò che serve per stupirvi e incantarvi.

Punto più popoloso dello stato – 800.000 abitanti – offre visioni molto differenti: qualche grattacielo piazzato qua e là, diverse chiese – fate un salto alla Catedral de Nuestra Senora de la Paz – e uno dei tratti più caratteristici della vita boliviana, i mercati. Ce ne sono molti e affollatissimi, dove trovare cibo, indumenti e erbe medicinali: dal mercato delle streghe (las brujas) – dove troverete amuleti e offerte per il culto della Pachamama – al mercato dei fiori e al mercato nero, un mondo affascinante quanto sconosciuto. Non potete non passarci.

Viaggio in Bolivia: La Paz

© Davide Fracasso

La Bolivia è un paese meno ricco di risorse e commercio dei grandi vicini come Argentina Brasile e Cile, e ha un’economia più contenuta anche se negli ultimi anni con il primo presidente indio della storia, Evo Morales, le cose stanno migliorando: questo si riflette nel coso della vita, bassissimo. Il cambio è un euro per  dieci pesos boliviani circa, di conseguenza stare in Bolivia non costa veramente nulla.

Venti pesos – due euro – per stare in ostello, un euro per mangiare, 50 cent per la colazione e così via: tanto è difficile arrivarci quanto è forte la tentazione di fermarsi a lungo visto i costi e la bellezza del luogo, oltre che il carattere molto simpatico ed esplosivo dei boliviani.

Un paio di nomi per gli ostelli, tra i tanti: il Bacoo Hostel, nato di recente e molto apprezzato, e il Wild Rover Backpackers Hostel, non proprio un luogo per chi vuole stare tranquillo. Comunque non c’è nessun tipo di problema, La Paz è piena di ostelli e alberghetti che soddisfano le più svariate esigenze: dai più eleganti e accessoriati ai luoghi più economici e spartani, in mezzo una numerosissima scala di grigi.

Viaggio Bolivia, Lapaz

© Davide Fracasso

La città merita minimo tre o quattro giorni, per godersi le sue atmosfere, perdersi nelle sue strade, folleggiare nei posticini notturni e viverla con molta tranquillità e senza fretta. Se si ha un po’ di tempo si può prendere un bus e andare a El Alto, città nata alle porte di La Paz che è arrivata a contare 700.000 abitanti, una specie di grande sobborgo, periferia che ha raggiunto quasi le dimensioni della capitale.

Dopodiché non ci resta che prendere uno degli spericolati bus boliviani, e via verso la strada più pericolosa al mondo che collega La Paz a Coroico, la via degli Yungas , la carretera de la muerte.

Il viaggio di Davide continua… Lungo la strada più pericolosa del mondo, il Camino de los yungas ➔