Cosa vedere a Sūzhōu, città d’acqua e giardini

Shuzou, Cina Shuzou, Cina

La città d’acqua di Sūzhōu (苏州), nella regione cinese dello Jiangsu sulla costa orientale a nord di Shanghai, ha incantato per secoli letterati, artisti e nobili cinesi. Sūzhōu oggi ha un’area urbana che conta oltre dieci milioni di abitanti ed è tra le città cinesi con il più alto tasso di sviluppo economico. Molti dei suoi canali sono stati cementati e trasformati in strade e parte del suo patrimonio è andato perduto nella corsa alla modernizzazione che ha colpito le maggiori città cinesi. Restano però tracce del suo splendore passato, soprattutto nei suoi giardini che sono fra i più belli di tutta la Cina.

Sūzhōu può essere la destinazione di una gita in giornata da Shanghai, ma vale la pena di passare almeno una notte in città per riuscire a vedere i canali illuminati dalle lanterne quando cala la sera. Uno o più giorni, ci sono in ogni caso almeno dieci cose da vedere, che non dovreste perdere se visitate Sūzhōu.

1. Giardino dell’Umile Amministratore

Situato in 178 Dongbei Jie è uno dei giardini più famosi della Cina, infatti è sempre molto affollato, conviene visitarlo la mattina presto. Fu costruito nel 1509 dall’amministratore Wang Xianchen per trascorrere la vecchiaia. Ospita vari padiglioni, laghetti pieni di ninfee, ruscelli, rocce, ponti a zigzag, boschetti di bambù, coloratissime anatre mandarine. Ogni scorcio è degno di una fotografia. La via appena all’esterno è piena di negozi di souvenir e di ristorantini.

Suzhou: Giardino dell'Umile Amministratore

Giardino dell’Umile Amministratore | Ray in Manila

2. Museo di Sūzhōu

Si trova vicino al Giardino dell’Umile Amministratore, in 204 Dongbei Jie. L’ingresso è gratuito. La sua architettura in cemento, vetro e acciaio è una sorta di interpretazione moderna di un tipico giardino cinese, con tanto di laghetto centrale. Ospita mostre molto interessanti sulla storia e la cultura della regione, con particolare attenzione al periodo in cui la città è stata il punto di riferimento per la cultura cinese, e alcune mostre temporanee. Ci sono buone didascalie in inglese. È vietato entrare con le infradito.

3. Pagoda del Tempio Nord

In 1918 Renmin Lu (ingresso 25 CNY), con i suoi nove piani è la più alta pagoda a sud dello Yangzi e offre splendidi panorami sulla città. Fa parte del complesso del Tempio di Bào’ēn, fondato nel 300 e ricostruito più volte. Gli edifici attuali risalgono al XVII secolo. Vale la pena di visitare la Sala Nánmù Guānyīn e la Sala dei Sette Budda. Sul retro si trovano un giardino pensile e una sala da tè.

4. Padiglione Onda Blu

In Renmin Lu, vicino alla pagoda (ingresso 15-20 CNY, a seconda del periodo). Essendo stato fondato nel XI secolo, è il più antico giardino di Sūzhōu, anche se è stato ricostruito più volte. Originariamente era la casa di un principe. Oltre al padiglione anteriore e al giardino, all’interno si trovano un tempio, sulle cui pareti esterne sono intagliati i ritratti di più di 500 saggi, e un padiglione, che contiene interessanti mobili fatti di radici di banyan. Contrariamente agli altri giardini della città, è frequentato soprattutto da locali.

5. Pingjiang Lu

È la strada che rende meglio l’idea di come doveva essere Sūzhōu in passato, grazie al canale che l’affianca, solcato da imbarcazioni tradizionali, ora dedicate al trasporto dei turisti, e agli edifici tipicamente cinesi. È anche una delle strade più vivaci della città, piena di pensioni, case da tè, caffè alla moda e negozietti originali, di cui alcuni vendono anche artigianato, ideali per fare shopping.

6. Tempio del Mistero

In Guanqian Jie (ingresso 10 CNY). È un tempio taoista costruito nel 1181 dove una volta sorgeva un quartiere di intrattenimento ed è l’unico esempio sopravvissuto di architettura del periodo Song a Sūzhōu. Al suo interno si segnala in particolare l’enorme sala Sānqīng Diàn, decorata in maniera elaborata e sostenuta da 60 pilastri, che ospita tre enormi statue.

7. Giardino del Maestro delle Reti

È il secondo giardino più famoso della città e uno dei meglio conservati. Ha due ingressi, uno in Shiquan Jie e uno in Kuojiatou Xiang. Ingresso 20-30 CNY a seconda del periodo. È stato creato nel XII secolo e restaurato nel XVIII secolo da un ufficiale in pensione diventato pescatore. Ha vari cortili e padiglioni. Lo Studio delle Peonie è stato preso a modello per due giardini di New York, il Ming Garden del MoMa e l’Astor Court del Met. Da marzo a novembre, dalle 19.30, ospita performance musicali (biglietto 100 CNY).

Suzhou, Giardino del Maestro delle Reti

Giardino del Maestro delle Reti | Rita Heine

8. Porta Pán

All’inizio di Dong Dajie (ingresso 40 CNY, 46 in combinazione con la Pagoda Ruìguāng). Risale al 135 ed è l’unico cancello originale rimasto fra quelli che venivano utilizzati per il controllo delle vie navigabili. È inserito in una sezione di mura. Salendo si possono ammirare il ponte Wúmén, il fossato che circonda le mura e la Pagoda Ruìguāng, costruita nel 1004.

9. Tempio del Giardino Occidentale

In Xiyuan Lu (ingresso 25 CNY). È stato ricostruito alla fine del XIX secolo, dopo essere stato bruciato durante la ribellione Taiping. Notevole è la Sala Arhat che contiene una statua di Guanyin e 500 statue quasi a grandezza naturale e tutte diverse di arhat, monaci che hanno raggiunto l’illuminazione. Il tempio ospita anche un ristorante vegetariano.

10. Mudu

Per ritrovare l’atmosfera di un’antica città d’acqua cinese, vale la pena di fare una gita di mezza giornata a Mudu. Ci si arriva con la metropolitana 1, scendendo alla stazione di Mudu e prendendo dalla prima uscita l’autobus 622 per 4 fermate. Oltre ad essere molto bella, è una città tranquilla e ancora poco turistica.

Mudu, Cina

Mudu, Cina | Navjot Singh

Dove dormire a Suzhou. FX Hotel Guan Qian Sūzhōu in 938 East Ganjiang Road è in un’ottima posizione, nel cuore della città, a 500 metri dalla metropolitana di LeQuiao. L’hotel ha un ristorante che offre colazione, pranzo e cena, wi-fi gratuito, aria condizionata, desk 24 ore su 24.

Come arrivare a Suzhou. Da Shanghai si arriva a Suzhou in mezz’ora circa con un treno proiettile. Il biglietto di prima classe costa 30-60 CNY, quello di seconda classe 25-40. A Suzhou ci sono quattro stazioni: Suzhou Railway Station, North Railway Station (solo treni ad alta velocità), Suzhou New District Railway Station (solo treni proiettile da e per Shanghai), Industrial Park Railway Station (solo treni proiettile da e per Shanghai). Tutte le stazioni sono collegate al centro da autobus, ma la Suzhou Railway Station e la North Railway Station sono servite anche dalla metropolitana.

In aereo: voli per Shanghai a partire da 340€, anche diretti da Milano con Air China.