Mangiare a Parigi: Page 35, tra arte e crêpes

Siete a Parigi, vi piace l’arte e soprattutto amate la buona cucina e impazzite per le famose crêpes: allora questo è il posto che fa per voi. In mezzo a un quartiere debordante di gallerie come Le Marais, quasi adiacente alla ipnotica Places de Vosges, tra il museo Pablo Picasso e il museo Carnavalet (dedicato alla storia della città) vi trovate di fronte a questo piccolo ristorante multicolore e variopinto. L’indirizzo è 4 rue du Parc Royal dans Paris 3ème.

Gli interni sono tutto tavolini e quadri alle pareti, il menù ricchissimo, con tante possibilità di scelta, che permettono di arrivare a gustarsi anche due o tre piatti a non più di 20 euro. L’impatto coi proprietari è informale, quasi da commedia francese, e il servizio ottimo. Ma andiamo per gradi e diamo un’occhiata al menu. Avete la possibilità di scegliere come antipasti dalle escargot al salmone, da vari formaggi alla temibile zuppa di cipolle al foie gras. Il nostro consiglio spassionato va proprio su quest’ultimo: l’Œuf cocotte au foie gras de canard maison et ses mouillettes. Difatti uova e foie gras è uno di quei piatti che, sensorialmente e gustativamente parlando, ti fa vedere le stelle. Perfetto se accompagnato da un buon calice di vin rouge, anche quello della casa non è male e tiene bassi i costi.

Mangiare a Parigi: Page 35Passando oltre, tra i piatti principali troverete qualsiasi varietà di carne cucinata nei modi più disparati, tra cui la nota Bourguignon. Oppure diverse possibilità di affrontare le zuppe di pesce, che hanno un unico ma: fanno a pugni con qualunque altro cibo presente.

La nostra scelta è stata un’altra, ovvero quella di passare direttamente alle crêpes salate, uno dei motivi che ci ha addotto a entrare nel variopinto ristorantino. Alle crêpes sono dedicati vari menu, tra cui quello base che vi porterà a spendere 13 euro e mangiare ben due crêpes (dolce e salato), che non sono quelle piccole di rappresentanza a cui siamo abituati, ma gigantesche e deliziose estensioni di impasto che strabordano dal piatto.

Dopo questa ennesima scalata culinaria, ecco presentarsi il momento della crêpe dolce, se ancora avete spazio e coraggio. A quel punto, arrivati a fine cena, un amaro o un liquore è d’obbligo; alla menta, verde alieno, consigliato dalla casa è più che gradevole.

E’ venuto il momento del conto, ma se avete seguito le nostre indicazioni, l’ultimo atto della cena non vi provocherà particolari ansie o blocchi digestivi: siete infatti alla Page 35, dove anche in una città not cheap come Parigi, potrete mangiare tanto e bene spendendo poco. Bienvenue