Metti un giorno nei parchi di Milano

CC Dzhingarova

Prendi una giornata di sole a Milano, aggiungici del tempo da trascorrere tranquillo e rilassato, un pizzico di voglia di passeggiare nel verde urbano ed ecco la soluzione per te: un percorso per i quattro parchi della zona sud di Milano, con tanto tempo in spazi fuori da strade e traffico. In 9 chilometri, a piedi o anche in bicicletta, si possono attraversare: Parco Sempione, Parco delle Basiliche, Parco Solari e il Parco di Trenno, uno dei più grandi di Milano. Prendiamo quest’ultimo come possibile punto di partenza.

  • Parco di Trenno. Ampi prati e lunghi rettilinei, ha un’estensione oltre i 590.000 metri quadrati ed è situato nella zona ovest di Milano. Luogo ideale per fare sport, dalla corsa al calcio alla bici, nel fine settimana è popolato da persone che vanno per il pic-nic o un pomeriggio in tranquillità. Da qui passeggiando un’oretta per le vie della città – per non farsi mancare niente – si può arrivare a Parco Solari.
  • Parco Solari. E’ più piccolo e più centrale, e infatti è molto noto oltre a essere frequentato a quasi tutte le ore. Nato negli anni 30′, il parco offre anche la piscina dall’omonimo nome. Se passate in orario di pranzo vedrete studenti giocare o anche studiare, anziani spiaggiati sulle panchine e tanti bambini. Idilliaco per una sosta – magari con gelato – nel mezzo della zona sud della città.

È ora di pranzo, prima di andare verso Piazza Vetra per il parco delle Basiliche si possono raggiungere i navigli, molto vicini a Solari, per pranzare all’Osteria Grand Hotel, un luogo dai vini super e piatti semplici stile vecchia Milano, affacciata sul naviglio. L’osteria è anche uno dei punti slow food della città, ovvero esercizi pubblici vicini alla filosofia dell’associazione per promuovere “una cultura del cibo di qualità e garantire a tutti il diritto a un cibo buono, pulito e giusto” e puntare a “tutelare la biodiversità alimentare, fatta di sapori tipici e saperi tradizionali”. Insomma, siete in una botte di ferro.

Nel tempo postprandiale, un po’ assonnati e in cerca di un rifugio dal sole potete arrivare in breve al Parco delle Basiliche, a ridosso di Porta Ticinese e di Piazza Sant’Eustorgio: avete tutto lì, negozietti, monumenti artistici e uno sprazzo di verde per sdraiarvi e – perché no – schiacciare un pisolino.

  • Parco delle Basiliche. Collegamento tra la basilica di San Lorenzo e Sant’Eustorgio, è un parco piccolino nel cuore di Milano. Affollato dalle più svariate specie sociologiche – dai ragazzini nel dopo scuola agli innamorati in cerca di un angolino romantico – regala all’ingresso di via Molino delle Armi un gruppo di gelsi e poco più avanti un raro esemplare di celtis orientalis, bagolaro della Guinea. Nel parco trovate anche aceri, betulle, olmi, il platano, il pruno, le querce e il tiglio. Per lo spaccato della città che regala decisamente il parco più british.
  • Poco più di due km, passando per l’Università Cattolica e Via Carducci, e arrivate alla meta finale: Parco Sempione. Qui potete tranquillamente trascorrere il resto del pomeriggio, riposando, giocando, leggendo o semplicemente godendo della vita del parco e delle persone che lo attraversano e si fermano tutti i giorni. Parco Sempione, è uno dei polmoni verdi della città, una superficie di oltre 385.000 metri quadrati, interamente recintato e ora anche sorvegliato. Al centro della città, si allunga fino a comprendere il Castello Sforzesco ed è a 10 minuti a piedi dal Duomo. In primavera ed estate migliaia di persone vengono qui a passare il tempo a libero, a correre e giocare. Unico grande parco nel centro della città.