Australia in moto: le due regine d’asfalto

Australia in moto CC Larry W. Lo

Una strada da percorrere almeno una volta nella vita per gli amanti delle due ruote è la fantomatica Great Ocean Road. Solo lei vale il viaggio in Australia. Sentire l’asfalto scorrere veloce, in una strada che sembra parlarti, scortato dall’oceano e da meraviglie indimenticabili… ecco cosa significa correre lungo la GOR!

Abbiamo già parlato di questo meraviglioso biscione d’asfalto, che merita qui un ulteriore approfondimento per chi dalle proprie vacanze cerca emozione, avventura e, perché no, un pizzico di romanticismo. Chi insomma cede al fascino dell’on the road per eccellenza, quello su due ruote, curva dopo curva.

La Great Ocean Road è tra le strade più rinomate al mondo, forse anche con qualche esagerazione. Rimane il fatto che correre lungo la costa australiana da Torquay fino a Warrnambool, è una delle esperienze più belle per chi ama le strade panoramiche. Non sono solo le città, i paesaggi selvaggi, il profumo dell’oceano indiano e le spettacolari scarpate. Qui è proprio la strada a regalare l’emozione più intensa. E lungo i kilometri si incontrano villaggi di pescatori, uno su tutti Apollo Bay, si attraversa il Parco Nazionale dell’Otway Range, con la foresta pluviale che raggiunge il mare, punti ideali per il surf come Bells Beach e Jan Juc, vicino a Torquay, la Costa dei Naufragi con i numerosi relitti, graziose cittadine come Angelsea, Lorne e Port Campbell, e i tanto suggestivi 12 apostoli, perché no, accarezzati dai colori del tramonto. E se passate tra giugno e settembre, da Logan Beach potreste anche avvistare le balene.

La Great Ocean Road è un vero e proprio simbolo dell’Australia costruita dai reduci di guerra nel 1919, e così anche una sorta di monumento ai caduti. Qualsiasi foto o video abbiate visto, nulla può rendere l’emozione di trovarsi lì, su due ruote, con il fiato sospeso, a correre lungo qualcosa che è molto di più di una semplice strada. E allora non vi resta che armarvi di macchina fotografica e tanta voglia d’asfalto e godervi ciascuno dei 240 km di cui si compone. Percorrerla tutta d’un fiato significa impiegare circa 4/5 ore, ma volendo viverla appieno le si può dedicare anche più di una settimana.

Australia strade più belle

CC Chris Fithall

Un po’ meno famosa, ma altrettanto unica è la lunghissima Eyre Highway, che raggiunge quasi i 2000 km. La affrontano in moto solo i più esperti e temerari perché la strada è lunga e immersa nel Nullarbor, un deserto senza alberi (da cui il nome). Solo canguri e qualche ranch qua e là. Anche qui gli scorci sull’oceano sono stupendi. Un bel punto panoramico è quello delle Bunda Cliffs e al largo delle Head of Bight, tra maggio e ottobre, è possibile avvistare le balene che vanno a riprodursi. Si passa per la penisola di Eyre, dove è anche possibile fare il bagno con gli squali, e il Cape Le Grand National Park. Considerata da molti una sfida imprescindibile, la strada parte da Norseman e raggiunge Port Augusta, correndo lungo la costa sud dell’Australia da est a ovest. Il tratto più suggestivo è certamente il 90-mile straight, 145 km senza una sola curva!

Great Ocean Road
Eyre Highway