La Grande Muraglia Cinese: dove, come e perché visitarla

Cina, Grande Muraglia Cina, la Grande Muraglia

Quando si organizza un viaggio in Cina, un must è visitare la Grande Muraglia. Ma spesso non si immagina il numero di possibilità che si aprono. I tratti di Muraglia visitabili sono molti, più o meno difficili da raggiungere e da percorrere, serviti da diversi tipi di infrastrutture. In questo articolo vi propongo una serie di gite che offrono esperienze molto diverse.

Qualsiasi tratto di Muraglia si scelga, bisogna ricordarsi che per comprare il biglietto, come succede spesso in Cina, si deve mostrare il passaporto. Conviene anche portare dell’acqua e magari anche un pranzo al sacco, perché i prezzi nelle cittadine vicine tendono ad essere gonfiati a causa del flusso di turisti. E non bisogna dimenticare la crema solare e un cappello a prova di vento per vivere al meglio questa esperienza indimenticabile.

La Grande Muraglia: il tratto di Badaling

La scelta più classica è visitare il tratto di Badaling, che è comodo da raggiungere, ben restaurato (anche troppo, per i puristi), affiancato da un percorso più agevole, lungo il quale si trovano bagni, dotato di funivia e seggiovia ai due estremi, vicino ad una cittadina con ristoranti, banche e comodità di vario tipo. Ma soprattutto è l’unico tratto a cui è associato un museo. Per questo si caratterizza come l’opzione meno faticosa in assoluto e la più adatta a gite con i bambini. In compenso è anche il tratto più turistico e affollato.

Dalla stazione, in circa 15 minuti a piedi, si arriva al centro cittadino, dove si trova la biglietteria. Il biglietto (che costa 45 CNY) dà diritto anche a farsi fare, poco lontano, un “certificato eroi” che testimonia di aver percorso la muraglia. E’ gratuito ma gli extra, ad esempio la plastificazione, costano circa 45 CNY. È un souvenir pacchiano ma caratteristico che ai cinesi sembra piacere molto.

Prima di salire sulla Muraglia vera e propria, bisogna assolutamente visitare il Museo della Grande Muraglia della Cina, che si trova in città, appena a sud del parcheggio auto est. L’ingresso al museo è incluso nel biglietto per la Muraglia. È aperto dalle 9 alle 16 da martedì a domenica. Questo museo è fondamentale per avere una panoramica completa della storia della Muraglia, dalle sue origini come argine fatto di terra nella lontana dinastia Qin (221-207 a.C.) ai bastioni del periodo Ming che si possono vedere oggi.

A circa dieci minuti dalla biglietteria, si trova l’ingresso alla Grande Muraglia (che da aprile ad ottobre è aperta dalle 6:30 alle 19 e da novembre a marzo dalle 7 alle 18), al centro del tratto percorribile. Anche se è lungo solo quattro chilometri, può essere faticoso a causa dei saliscendi e in alcuni punti è abbastanza ripido, anche se ci sono ringhiere piazzate strategicamente. Il tratto a nord è quello più breve. Alla fine del tratto sud c’è il Parco degli Orsi. Attenzione, se si usano le funivie o la seggiovia per scendere, non si arriva direttamente a Badaling.

Badaling, Grande Muraglia

Badaling, Grande Muraglia | Foto May Wong

Come arrivare. Badaling si raggiunge in un’ora e venti minuti circa di treno da Pechino. Un tempo la stazione di partenza era Beijing North. Al momento questa stazione è chiusa per lavori e i treni partono dalla stazione di Huangtudian (che si raggiunge comodamente in metropolitana scendendo all’omonima fermata). Il biglietto costa 6 CNY. Per pagare si può usare anche la Beijing Trasportation Smart Card, purché contenga almeno 16 CNY (sia all’andata sia al ritorno). Si può anche prendere il bus 877 dalla stazione degli autobus di Deshengmen (12 CNY), vicino alla stazione della metropolitana di Jishuitan oppure il bus turistico 1 da Quianmen, vicino a piazza Tiananmen (20 CNY).

Dove dormire: Beijing Badaling Leo Great Wall Hostel

La Grande Muraglia: il tratto di Mùtiányù

Al numero 2 per comodità si trova il tratto di Mùtiányù, lungo tre chilometri e ben restaurato. Ha 26 torrette ed è abbastanza semplice da percorrere e meno turistico. Nella città di Mùtiányù si trova la biglietteria. L’entrata è distante tre chilometri, e si può raggiungere tramite autobus (15 CNY). Da lì partono i sentieri per arrivare alla Muraglia vera e propria, che è dotata di funivia, seggiovia e scivoli con slittini.

Anche questo tratto è adatto ad essere percorso con bambini al seguito. Il biglietto costa 45 CNY e gli orari sono dalle 8 alle 17 da aprile a ottobre e dalle 8:30 alle 16:30 da novembre a marzo. Seguendo questo tratto di Muraglia verso ovest si può arrivare a Huánghuā e da lì al tratto di Jiànkòu.

Grande Muraglia, Mutianyu Cina

Mutianyu Great Wall | Foto Arian Zwegers

Come arrivare. Dalla stazione degli autobus di Dongzhimen è possibile prendere l’autobus 916 o 916 Express (12 CNY, 6 se avete la Beijing Transportation Card) fino alla stazione Huairou North Avenue (Huairou Beidajie). Il viaggio dura 60-70 minuti. Una volta arrivati bisogna prendere gli autobus h23, h24, h35 o h36 fino a Mutianyu Roundabout.

Dove dormire: Great Wall Inn

La Grande Muraglia: il tratto di Jiànkòu

Jiànkòu è una delle parti di Muraglia più pericolose e selvagge, consigliata agli amanti del trekking. È accessibile da Huáiróu. Si raggiunge con una camminata di 40 minuti in salita lungo un sentiero alberato che parte dalla cittadina di Xīzhàzi (西栅子村). Da lì si arriva ad una biforcazione che permette di raggiungere ciascuno dei due lati di una sezione di muro ora collassata. Un percorso porta a est, l’altro a ovest. Il biglietto costa 25 CNY. Il panorama che si gode da questo tratto è davvero meraviglioso per via delle montagne appuntite.

Jiankou, Grande Muraglia

Jiankou, Grande Muraglia | Foto drnan tu

Come arrivare. Partendo da Dongzhimen si deve prendere l’autobus 936 e scendere a Yujiayuan. Da lì per arrivare al villaggio Xizhazi bisogna prendere il bus H25, mentre per arrivare a Wofo Mountain Villa bisogna prendere il bus H36 fino alla stazione di Xinying. Il costo totale dei trasporti è di 9-10 CNY.

Dove dormire: Meet The Great Wall

La Grande Muraglia: il tratto di Jīnshānlǐng

Un’altra possibilità per gli avventurieri è il tratto di Jīnshānlǐng, che è il più lontano da Pechino e quindi il meno turistico. Anche questa parte di Muraglia è molto ripida e alcune torrette d’osservazione sono mal conservate. In compenso offre splendidi panorami. Il biglietto costa 65 CNY da aprile a ottobre e 55 da novembre a marzo. È aperta dalle 4 alle 18:30 da aprile a ottobre e dalle 6:30 alle 16 da novembre a marzo e ha due ingressi, uno a est e uno a ovest, distanti circa 7 km. C’è una funivia presso la biglietteria ovest.

Andando verso destra si trovano tratti non restaurati che, in circa 6 ore e mezza, portano a Gǔběikǒu. Lungo il percorso, però, si trova un campo militare che bisogna aggirare (ci si impiegano 1-2 ore).

Jinshanling, Cina

Jinshanling, Grande Muraglia | Foto Brian Jeffery Beggerly

Come arrivare. Da Wangjing West Station si può prendere un autobus turistico che parte alle 8:00 e ritorna alle 15:00. Il biglietto costa 32 CNY e il viaggio dura circa 2 ore. Tuttavia questo bus è disponibile solo in alta stagione (dal 1 aprile al 15 novembre) e parte solo con una quota minima di 20 passeggeri. In alternativa, dalla stessa stazione si può prendere un pullman per Luanping e scendere a Jinshanling Service Area. Il viaggio dura poco più di un’ora e mezza e il biglietto costa 32 CNY. Da lì c’è una navetta gratuita per entrambi i cancelli della zona panoramica. È inoltre possibile effettuare escursioni dall’Area di Servizio alla zona panoramica: la distanza è di circa 2 chilometri.

Dove dormire: Huanxiong Youjia Homestay

La Grande Muraglia: il tratto di Gǔběikǒu

Gǔběikǒu è il tratto più adatto agli amanti dell’antichità cinese. Un tempo era un importante e sorvegliatissimo passaggio per raggiungere Pechino dal nordest della Cina. Oggi è una città in espansione, ma si può ancora visitare il centro storico (biglietto da 20 CNY per visitare solo la città vecchia, 45 CNY per visitare anche la muraglia) che contiene varie antiche case a corte (di cui molte ricostruite) e circa sei piccoli templi. È diviso in due parti da un crinale su cui corre la Grande Muraglia e attraverso cui è scavato un tunnel.

La città è circondata da vari tratti di Muraglia mai restaurati, di cui uno risale addirittura alla dinastia dei Qui del nord (550–577), mentre gli altri sono Ming. Ci sono vari percorsi sterrati sulla o a fianco della Muraglia, molto più sicuri di altre parti di Muraglia non restaurate. È comunque opportuno fare attenzione.

Gubeikou, Grande Muraglia Cinese

Gubeikou, Grande Muraglia | Foto La Priz

Come arrivare. Dalla stazione Dongzhimen prendere l’autobus 980 Express fino a Miyun. Da lì prendere il bus Mi 25 fino a destinazione. Il viaggio costa circa 25 CNY.

Dove dormire: The Great Wall Box House

La Grande Muraglia: il tratto di Sīmǎtái

Vicino a Gǔběikǒu, presso il confine di Héběi, si trova la sezione Sīmǎtái una delle più difficili, nonostante sia stata restaurata nel 2014, ma anche l’unica che può essere visitata di notte. Altre particolarità di questo tratto sono la presenza di muri all’interno delle mura, usati come linea di difesa contro eventuali nemici che avessero già scalato la Muraglia, e la diversa architettura delle torrette.

Questa parte è lunga 19 chilometri e molto ripida (alcuni tratti hanno un’inclinazione di 70°) e un tratto già stretto del sentiero è affiancato da un burrone di 500 m. Per percorrerla è consigliabile essere allenati e avere un’ottima attrezzatura. In compenso c’è una funivia (90 CNY una tratta, 160 CNY andata e ritorno).

L’ingresso costa 40 CNY, 20 per i bambini fra il metro e 20 e il metro e mezzo di altezza. Questa sezione è aperta dalle 8 alle 17:30 e dalle 18 alle 22 da novembre a marzo e dalle 8 alle 18 e dalle 18 alle 22 da aprile a ottobre.

Grande Muraglia Simatai

Simatai | Foto Jennifer Morrow

Come arrivare. Dalla stazione di Dōngzhímén bisogna prendere l’autobus 980 (15 CNY) o 980 Express (17 CNY) fino a Mìyún West Bridge e lì cambiare e prendere l’autobus M51 (8 CNY) per Sīmǎtái.

Dove dormire: Beijing Gubei Water Town Changcheng Inn

La Muraglia da Huánghuāchéng a Zhuàngdàokǒu

Infine, un tratto molto particolare, che piacerà agli amanti della natura, è quello da Huánghuāchéng a Zhuàngdàokǒu, che si trova all’interno di un parco e contiene parti di muraglia sommerse dalle acque a seguito della creazione di una diga. Questo tratto è molto ripido e poco restaurato, ma è possibile anche ammirare la muraglia da lontano con un giro in yacht, barca turistica, pedalò, barca a remi o macchina anfibia (costi compresi fra 20 e 60 CNY). Il biglietto costa 45 CNY e il parco è aperto dalle 8 alle 17 da aprile a ottobre, dalle 8 alle 16:30 da aprile a marzo.

Zhuangdaokou, Grande Muraglia Cinese

Zhuangdaokou | Foto Nick

Come arrivare. Nei weekend e nei giorni festivi da aprile ad ottobre è disponibile un bus speciale che si può prendere dalla stazione di Dongzhimen (80 CNY) o da quella di Xuanwumen (84 CNY) a Pechino, comprando un biglietto combinato per la muraglia e il viaggio di andata e ritorno prima di salire. In alternativa si può arrivare prendendo l’autobus n.916 o 916 Express a Dongzhimen fino alla stazione degli autobus di Huairou, e da qui prendendo il bus H21 fino alla stazione Small West Lake (Lakeside Great Wall). Il viaggio costa 18 CNY.

Dove dormire: Water Great Wall Derunju Guesthouse