Oslo è la capitale dei festival musicali

Oslo Festival Oslo. Oya Festival - VISITOSLO/Tord Baklund

È la città dove riposano per l’eternità Munch e Ibsen. Ma questo forse lo sapevate già. È la città dove i fiordi e il verde coabitano con un centro cosmopolita e tecnologico. E forse sapevate anche questo. Probabilmente, però, non sapete che Oslo è la città della musica.

La capitale della Norvegia vanta uno sproposito di locali per concerti considerando il numero della popolazione. Si calcolano all’incirca 5000 esibizioni l’anno, cifra che surclassa le altre capitali scandinave. L’amore degli oslovian per la musica è tangibile, sia nei grandi spazi che in quelli più intimi. Così come la varietà dei generi lascia a bocca aperta: dalla classica al jazz, transitando per il genere sperimentale ed elettronico. E tanto rock.

Così, accanto al Kulturkirken Jakob, chiesa con il miglior organo della città deputata ai concerti, troviamo il Sentrum Scene, dove l’acustica permette di godervi come si deve i grandi spettacoli. Ma soprattutto, quello che salta all’occhio, spulciando tra il ricco calendario degli eventi di Oslo, è l’imbarazzante proposta di festival musicali.

Inferno Metal Festival. Nel periodo di Pasqua è la volta dell’Inferno Metal Festival: quattro giorni pazzeschi, due scene, più di quaranta gruppi. Un must per gli appassionati del genere.

Norwegian Wood Rock Festival. Fin dagli anni Novanta grandi nomi si sono esibiti annualmente in questo strepitoso festival, accanto a musicisti norvegesi, sul palco principale: Bob Dylan, David Bowie, Roger Waters, Foo Fighters e System of a Down per citarne alcuni. Il festival si svolge nel mese di giugno a Frognerbadet, una piscina all’aperto all’interno del Frognerparken.

Øya Festival. E’ uno dei festival musicali più importanti che si tengono in città, più esattamente nel centro a Middelalderparken. Oltre al rock, vari i generi, artisti di primo piano, gente da ogni parte del mondo, atmosfera di puro divertimento: uno di quei festival da frequentare almeno una volta nella vita. Nel mese di agosto.

Oslo Kammermusikk Festival. Patrocinato niente di meno che da Sua Maestà, la Regina Sonja, il festival dal 1989 propone musica da camera dal Medioevo ai nostri giorni, grazie ad artisti norvegesi e internazionali. I luoghi di questa kermesse sono diversi e bellissimi, basti pensare alla Gamle Logen e alla fortezza di Akershus. Quest’ultima è davvero uno scenario da favola, se pensate che l’entrata al castello è stata riproposta nel parco di Epcot in Florida. Si svogle nella seconda metà di agosto.

Oslo Jazz Festival. Grande lustro per questo appuntamento che presenta ogni anno ad agosto i grandi nomi del jazz da più di vent’anni. Diversi i palchi della città che ospitano ‘’evento, in un vero itinerario tra modern e mainstream: chi ama il genere non avrà di che lamentarsi, potendosi beare di blues, gospel e latin jazz.

Oslo Mela Festival. Ormai in alcune parti del mondo, valicando i confini spazio-temporali del sud del continente asiatico, è un appuntamento che si ripete con un afflusso eccezionale: il Mela Festival di Oslo, nella seconda metà di agosto non fa eccezione, distinguendosi come vero e proprio punto d’incontro tra culture musicali differenti. Oltre alla buona musica, caratteristica è la cornice con stand e bancarelle di vario genere, dal cibo all’oggettistica, in Rådhusplassen. L’ingresso, neanche a dirlo, è libero.

Granittrock. Completamente gratuito è anche questo festival di due giorni a inizio settembre dedicato alla musica rock e hip hop, che si proclama alcohol free e accogliente per tutta la famiglia. La cosa fantastica è che questo grande evento culturale, che ha un’affluenza di circa ventimila persone al giorno, è possibile grazie alla partecipazione degli abitanti del quartiere di Groruddalen, dove si svolge. L’arena Lillomarka permette una buona visibilità da ogni punto e anche se vedrete accanto a voi famiglie con pargoli a seguito, i gruppi metalrock pestano senza scrupoli.

Ultima Oslo Contemporary Music Festival. Sparso qua e là per vari locali cittadini, questo evento è un mix di espressioni artistiche contemporanee, tra cui, ovviamente la musica. Organizzato come fondazione cui partecipano diverse istituzione culturali, si propone di divulgare le proposte più innovative e interessanti del panorama musicale. È riconosciuto come una delle più riuscite e importanti manifestazioni in Norvegia ed Europa e si svolge in settembre.

Il programma dei festival aggiornato, le informazioni su prezzi e trasporti sono disponibili sul sito Visit Oslo.

Dove dormire a Oslo: Hotel boutique ecologico Oslo Guldsmeden.
Come arrivare. Voli diretti per Oslo partono dagli aeroporti di Roma, Milano e altre città italiane. Trova l’offerta più conveniente.