Categorie
Cina

Cosa vedere a Shanghai tra musei e street art

Tra le innumerevoli cose da vedere a Shanghai ci sono i musei: una miriade. Dai più tradizionali ai più anti-convenzionali. Vi proponiamo una selezione di cinque musei e un focus sulla street art di Millo, giusto per cominciare.

Shanghai è una megalopoli che vive nel mito della frenesia e della velocità. Qui si percepisce lo sviluppo pulsante della Cina, l’innovazione perpetua, la voglia di stupire il mondo, la necessità della crescita continua. Convivono fiumi di denaro con sacche di povertà, grattacieli avveniristici con casupole fatiscenti, punk dai capelli verdi con impeccabili uomini d’affari. Una realtà spesso contraddittoria che non toglie alla città l’unanime riconoscimento di capitale mondiale del terzo millennio. 

Tra le innumerevoli cose da vedere a Shanghai ci sono i musei: una miriade. Dai più tradizionali ai più anti-convenzionali. Vi proponiamo una selezione di cinque musei e un focus sulla street art di Millo, giusto per cominciare.

Shanghai Museum. Progettato per richiamare la forma dell’antica imbarcazione “ding”, custodisce antichi bronzi, ceramiche, opere di calligrafia, giade, dipinti, mobili Ming e molto altro. È suddiviso in undici gallerie e tre aree espositive. Dedicateci una mezza giornata. Indirizzo: People’s Square. Link: www.shanghaimuseum.net

Centro d’arte Taikang Lu. Più un centro culturale fatto di gallerie d’arte che un vero e proprio museo. Troverete il Deke Erh Art Centre, caffè e negozietti tra cui il Laboratorio della Ceramica. Indirizzo: Luwan District.

Chopsticks Museum. Forse il più piccolo museo di Shanghai dove incontrerete Lan Xiang che dal 1988 viaggia per il mondo in cerca di chopsticks. Finora ne ha collezionati più di 800 tipi da Cina, Corea, Giappone e Thailandia. Indirizzo: 191 Duolun Road.

Cerchi un volo per Shanghai? Su Skyscanner voli da 374 €

MoCa. La prima istituzione d’arte contemporanea indipendente e senza scopo di lucro a Shanghai. Oltre alle mostre, il MoCA organizza seminari e conferenze, oltre ad attività per coinvolgere i più piccoli. Al terzo piano trovate MoCA on the Park, un ristorante/bar disseminato di opere d’arte che ospita anche eventi ​​e cerimonie Indirizzo: 231 Nanjing W Rd. Link: www.mocashanghai.org

China Art Palace. 64.000 metri quadrati suddivisi in 27 sale che mostrano l’origine e lo sviluppo dell’arte moderna cinese, tra i dipinti più famosi c’è anche “Riverside Scene al Qingming Festival” (Exhibition Hall 5, 20 yuan). Ingresso gratuito, ma bisogna prenotare il biglietto due giorni in anticipo, anche online: http://artshow.eastday.com/zhysg. Indirizzo: China Pavilion, Expo Area.

Millo a Shanghai. Un percorso alternativo tra le strade di Shanghai è quello che conduce alla scoperta delle opere dello street artist italiano Francesco Camillo Giorgino, in arte Millo. Dipinge murales mastodontici sulle facciate dei palazzi, perlopiù in bianco e nero con tocchi di colore. Un modo suggestivo per dialogare con gli elementi urbani. Trovate Twist of Fate in We de lu n°15 all’incrocio con Da xue lu, Sound of you in Da xue lu n°268, Inside in Shaohong Road e Childwood Dream in Xiang nan lu n°399. Link: www.millo.biz

Shanghai Street Art
Childhood Dream © Millo
Articoli correlati

Dove dormire a Tokyo: 5 consigli dall’hotel di lusso all’ostello

5 indirizzi per dormire a Tokyo, dal lusso più ricercato al ryokan economico. Perché in Giappone forse più che in ogni altro paese al mondo, l’ospitalità è un’arte.

Whitehaven Beach e le bianche lingue del Great Barrier Reef

7 chilometri di spiaggia impalpabile che incontrando il mare color smeraldo forma lingue bianche di sabbia. Siamo a Whitehaven Beach, una delle spiagge più belle del mondo, lungo la Great Barrier Reef australiana.

L’isola di Tiree in Scozia è il paradiso segreto delle Ebridi

Un luogo fatto di rocce antiche e sabbia bianca, di cielo e mare. E’ l’isola di Tiree, la più distante dalla terraferma nell’arcipelago britannico delle Ebridi, meta di un turismo prevalentemente locale alla ricerca di pace e natura selvaggia.

Riviera dei Ciclopi e spiagge vicino a Catania

La vicinanza dell’Etna e le ricchezza delle offerte culturali rendono il tratto di costa a nord di Catania una destinazione consigliata dodici mesi all’anno.