Cosa vedere in Olanda: 5 mete all’insegna delle tradizioni

Cosa vedere in Olanda CC Phillip Capper

Nonostante le modeste dimensioni, i Paesi Bassi offrono attrattive ed esperienze uniche e disparate. Vi proponiamo di seguito una top 5 dei luoghi più caratteristici, legati alle antiche tradizioni e agli usi tipici olandesi.

» Cercate un volo per Amsterdam? Su Skyscanner.it voli low cost a partire da 49€.

1. Il Zuiderzee Museum a Enkhuizen

Attraversando in traghetto quello che un tempo era il Mare del Sud, si sbarca in un mondo che sembra fermo a tanti anni fa, quando l’Olanda era terra di pescatori. Il Zuiderzee Museum (Museo del Mare del Sud) è la ricostruzione di un villaggio tipico, talmente veritiera che vederlo disabitato fa quasi impressione. Ci avventuriamo tra vecchie botteghe di barbieri, carpentieri, cordai, una scuola, una fabbrica di zoccoli di legno e un’antica lavanderia, tra panni stesi, reti da pesca e qualche abitante in abiti tipici intento in un mestiere antico. La ricostruzione è accurata fin nei dettagli, ma non didascalica e artificiosa: lì un piatto sporco, là una sedia rotta o un letto disfatto. Da non perdere il pesce affumicato come una volta da mangiare al momento, con le mani. Immancabili anche gli assaggi della bottega dei formaggi, con forme di ogni genere stipate una sopra l’altra, e dolciumi tipici.

» Dove dormire: de Logerie che si trova a sei minuti a piedi dalla spiaggia, in prossimità della foresta di Streekbos, e offre il noleggio bici.

2. I mulini di Kinderdijk

È la località più ricca di mulini dei Paesi Bassi, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO qualche anno fa. Un luogo unico per chi vuole davvero conoscere l’Olanda tipica, quella dei mulini a vento e dei mugnai. Un percorso lungo qualche chilometro, effettuabile anche in bicicletta, che si snoda fiancheggiando canali, disseminato di giganti con le pale. Uno dei più antichi è visitabile: all’interno è arredato con mobili tipici come i letti-armadio, così piccoli che viene da chiedersi come facesse un’intera famiglia a viverci.

» Dove dormire: il Bed and Breakfast de Ouwebeer offre camere, monolocali e cottage in una tipica fattoria che ricorda i tempi che furono.

3. Il parco botanico Keukenhof a Lisse

Per conoscere e apprezzare la bellezza dei fiori a bulbo olandesi Keukenhof è il posto giusto. Si tratta di uno dei giardini-parco più belli e più grandi dei Paesi Bassi, aperto da aprile e maggio e a un’ora di distanza da Amsterdam, con distese di fiori piantati in modo da creare meravigliose armonie di disegni e coreografie affascinanti ispirate a un tema principale che cambia ogni anno. Camminare in un pullulare di tulipani, narcisi, giacinti, orchidee, garofani, gigli, è un’esperienza talmente bella da sembrare quasi irreale. Oltre ai giardini ci sono quattro grandi serre che ospitano fiori altrettanto belli.

» Dove dormire: il Bed & Breakfast De Vier Seizoenen offre belle stanze, ottima colazione e vivace ristorantino di specialità tipiche.
parchi Olanda

CC Lin Mei

4. La camminata nel fango tra le isole Frisone

Il wadlopen, ovvero la camminata nel fango, è una delle attività olandesi più caratteristiche. Si effettua nella riserva naturale del Mare del Wadden durante la bassa marea, tra banchi di sabbia e canali con acqua a volte alta fino alla vita. È un’esperienza indicata per i più temerari, quelli che non hanno paura di “sporcarsi” ed è richiesta un’ottima forma fisica. Il percorso tra un’isola e l’altra si deve infatti compiere entro i tempi stabiliti, prima che si alzino le maree. Ce ne sono diversi con cui cimentarsi, dai più semplici ai più impegnativi.

» Dove dormire: l’Hotel Dolores sull’isola di Ameland offre belle camere in prossimità dei boschi e del mare, sauna finlandese all’aperto e cestino della colazione servito in camera.

5. La distilleria Wynand Fockink ad Amsterdam

È un’antica distilleria dalle parti di piazza Dam ad Amsterdam. Nonostante negli anni sia passata di mano in mano a diversi proprietari, Wynand Fockink ha conservato il suo aspetto originale e quel fascino tipico dei luoghi pieni di storia. Visitiamo la distilleria tra i diversi aromi che rendono caratteristici i liquori olandesi e poi ci fermiamo nella sala da degustazione. C’è un’atmosfera intima creata dalle luci soffuse e una vasta gamma di liquori tra cui scegliere. Noi optiamo per lo jenever: non possiamo lasciare l’Olanda senza aver assaggiato quello autentico, che va bevuto rigorosamente con le mani dietro la schiena e direttamente dal bicchiere appoggiato sul bancone. Perché sprecarne anche solo una goccia per gli olandesi è una vera eresia!

» Dove dormire: qui trovate i nostri consigli per dormire ad Amsterdam, tre per ogni fascia di prezzo.
Consigli di lettura: