Viaggi in Brasile

Il Brasile occupa circa il 50% dell’America del Sud ed è una delle potenziali superpotenze economiche del pianeta. Affacciato sull’Oceano Atlantico, è grande come gli Stati Uniti. Difficile non rimanere vittime del “mal di Brasile” dopo un viaggio tra la popolazione più musicale del mondo, attraversando città come Rio, Bahia, Sao Paulo o immense spiagge che da sud arrivano fino alle dune della regione nord est. Sorprendenti sono la ricchezza e varietà di flora e fauna dell’Amazzonia e del Pantanal o i paesaggi delle Cascate di Iguazu. Le bellezze naturali, la storia, l’allegria dei brasiliani meritano ben più di un viaggio.

Quando andare

Prima di tutto ricordiamoci che il Brasile si trova nell’emisfero australe, ovvero le stagioni sono invertite rispetto all’Italia. Possiamo visitarlo tutto l’anno, anche se il clima varia in base alle diverse regioni di questo vasto paese, quelle meridionali ad esempio sono molto calde e umide in estate e piovose in inverno. Il periodo migliore va da giugno a settembre (inverno), anche se l’estate (dicembre-marzo) è il momento più festoso, quando si svolgono le vacanze brasiliane e il famoso carnevale (febbraio). Come a Pasqua, luglio e agosto, in estate i prezzi lievitano ed è più difficile viaggiare.

Come arrivare

Gli aeroporti internazionali principali sono Galeão (GIG) di Rio de Janeiro e Guarulhos (GRU) di Sao Paulo, seguono quello di Recife e Salvador. Tam è la compagnia internazionale principale del Brasile e ha voli diretti Sao Paulo-Milano. Alitalia ha voli diretti da Roma a Rio e Sao Paulo. Da Argentina, Paraguay e Uruguay si può entrare in Basile con autobus internazionali a prezzi piuttosto elevati. Per confrontare le offerte potete consultare Skyscanner.it.
I voli interni sono costosi, informatevi se ci sono delle promozioni. Per più di 2 voli può essere vantaggioso il Brasil Airpass (da acquistare prima di partire esibendo il biglietto per il Brasile). Le tasse d’imbarco sono alte, controllate che siano comprese.

Info utili

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie, ma sono consigliati il richiamo antitetanico-antidifterico e il vaccino contro l’epatite di tipo A. Il vaccino contro la febbre gialla e la profilassi antimalarica sono raccomandate per chi transita per l’Amazzonia, Pantanal, Mato Grosso.
La criminalità è piuttosto diffusa, soprattutto nelle grandi città. Usate il buon senso, non ostentate oggetti di valore e la sera utilizzate taxi ufficiali a tassametro. Visitate le Favelas con guide autorizzate e l’Amazzonia con guide esperte e raccomandate.

Documenti

Per viaggiare in Brasile è necessario un passaporto con validità di almeno 6 mesi e il biglietto di ritorno o di proseguimento del viaggio. Non è necessario il visto d’ingresso fino a 90 giorni di permanenza. Per guidare è necessaria la patente internazionale.

Articoli sul Brasile

Gli otto articoli più recenti

Tutti gli articoli sul Brasile

Dove dormire in Brasile

Sei suggerimenti per trasformare il soggiorno in un’esperienza indimenticabile

Da non perdere in Brasile

» Rio de Janeiro: Copacabana, Pan di Zucchero, Corcovado, la favela colorata, una lezione di samba.
» Cascate dell’Iguazù
» Salvador de Bahia
» Il Pantanal e la transpantaneira
» Arcipelago di Anavilhanas
» Da Chapada dos Guimaraes
» Paraty e le sue spiagge
» Fortaleza
» Ouro Preto
» Lencois Maranhenses

Gli eventi più interessanti

» Carnevale di Rio, Sao Paulo, Salvador de Bahia, Olinda e Recife (a febbraio).
» Festa Junina, in onore di San Giovanni Battista un inno alla vita rurale (giugno).
»Festival di Parintins, sorta di carnevale amazzonico che celebra la leggenda di un bue resuscitato (fine giugno).
» Capodanno a Copacabana, forse la festa dell’ultimo dell’anno più famosa del
mondo.

Brasile da assaggiare

» Feijoada: piatto nazionale di fagioli neri, cavolo, carne di manzo o maiale
» Churrasco: barbecue di carne.
» Acarajè: tortino di fagioli, olio di palma, cipolle, gamberetti.
» Coxinha: street food di pasta di patate e pollo.
» Moqueca: zuppa di pesce.
» Brigadeiros: praline al cioccolato.
» Caipirinha: drink per eccellenza con zucchero lime e cachaca.

Brasile da leggere

» Francobollo d’addio di Heloneida Studart
» Cacao di Jorge Amado
» Alcântara di Jean-Marie Blas de Roblès
» Dall’inferno un grido per amore di Renato Chiera
» Fine di Fernanda Torres
Consigliati dagli amici di Bookblister.com

Brasile da vedere

» Tropa de Elite di José Padilha
» Central do Brasil di Walter Salles
» City of God di Meirelles e Lund
» Orfeo negro di Marcel Camus
» Il bandito della luce rossa di Rogerio Sganzerla

Brasile da ascoltare

» Caetano Veloso: tra i più popolari cantautori brasiliani.
» Antonio Carlos Jobim: tra gli inventori del genere bossa nova.
» Novos Baianos: gruppo rock brasiliano attivo fino al ’79.
» Tribalistas: riprendono in chiave moderna le sonorità classiche.

Curiosità sul Brasile

» Il nome Brasile deriva da Pau Brasil, albero nativo della foresta vergine.
» Rocinha di Rio de Janeiro è la più grande Favela al mondo e sorge nella zona più ricca della città.
» I 2/3 di Foresta Amazzonica, la foresta pluviale più grande al mondo (circa 6 mil. km2), si trova in Brasile, dove vivono più tribù incontattate che in qualunque altra parte del mondo.
» La pizza è uno dei piatti preferiti, se ne sfornano 1,5 milioni al giorno di cui oltre il 50% sono consumati dagli abitanti di Sao Paulo.
» Brasilia, dalla forma di un aereo visto dall’alto, fu costruita in soli 41 mesi.

Non hai trovato quello che cerchi?