Viaggi in Namibia

La Repubblica della Namibia, uno stato dell’Africa Meridionale che confina con Angola, Zambia, Botswana e Sudafrica, si affaccia sull’Oceano Atlantico. Un viaggio per scoprire una nazione selvaggia e senza tempo, rinomata per l’incredibile varietà di flora e fauna, dai leoni della savana ai pinguini e foche delle coste, per le sue bellezze naturali tra deserti e immense pianure e tribù che vivono ancora secondo antiche tradizioni. Un paese straordinario, abbastanza facile da girare con strade buone ovunque ad eccezione di alcune piste e delle catene montuose dei monti Hartmann nel Kaokoland, terra degli Himba.

Quando andare

La stagione migliore va da maggio a ottobre con un clima secco e fresco, giornate calde e notti fredde che possono scendere sotto lo zero. Periodo ideale per Etosha National Park, Namib-Nankluft Park e le foreste tropicali del Caprivi. La costa è desertica, non piove quasi mai, ma il cielo è spesso nuvoloso con foschie. Il mare per l’effetto della corrente del Benguela non supera mai i 18°, mentre raggiunge i 23° a nord di Swakopmund. Il periodo più caldo va da dicembre a marzo. Le località sono spesso affollate durante le vacanze scolastiche (metà dicembre/metà gennaio, fine aprile/primi giugno, fine agosto/metà settembre).

Come arrivare

L’aeroporto internazionale si trova a Windhoek, la capitale della Namibia. Solo da Francoforte partono i voli diretti della Air Namibia, altrimenti via Johannesburg potete affidarvi alla South African Airways. Per confrontare le offerte o prenotare un volo potete consultare Skyscanner.it.

Info utili

In Namibia è diffusa la malaria nelle regioni del nord, Otjozondjupa e ad Omaheke da novembre a maggio/giugno, tutto l’anno nella valle dei fiumi Kavango e Kunene per cui è consigliata la profilassi. Sono diffusi il tifo e l’Epatite A e B.
In Namibia la criminalità non è particolarmente diffusa anche se negli ultimi tempi sono aumentati episodi di delinquenza. Attenzione a non andare a piedi nelle ore notturne. La zona del Caprivi è sicura, ma sono da evitare i fuori strada poiché la zona non è ancora bonificata dalla guerra civile in Angola.

Documenti

Passaporto valido per almeno 6 mesi. Nessun visto è richiesto per soggiorni inferiori ai 90 giorni, è però necessario esibire il biglietto di ritorno. Patente internazionale obbligatoria per guida veicoli a noleggio.

Articoli sulla Namibia

Gli otto articoli più recenti

Tutti gli articoli sulla Namibia

Dove dormire in Namibia

Tre suggerimenti per trasformare il soggiorno in un’esperienza indimenticabile

Da non perdere in Namibia

» Le incisioni rupestri di Twyfelfontein
» Le tribù Himba e le Epupa Falls
» Etosha National Park
» Le dune del Namib con Sossusvlei
» Swakopmund and Walvis Bay
» Skeleton Coast
» Caprivi
» Cape Cross
» Fish River Canyon

Curiosità sulla Namibia

» Lo sapevi che in Namibia esiste una pianta che vive tra i 1500 e 2000 anni, la welwitschia Mirabilis?
» E che nelle pianure desertiche sono state avvistate formazioni circolari che sembrano spuntare dal nulla, i cosiddetti “cerchi magici della Namibia” che mediamente dopo 25 anni spariscono così come sono apparsi?

Namibia da assaggiare

» Braaivleis: barbeque di carne (qui si possono gustare carni esotiche quali orice, kudu, struzzo, coccodrillo…).
» Potjiekos: sorta di stufato di carne, verdure e spezie cotto nel tipico potjie, sorta di pentola a tre piedi, in cui le donne Himba cucinano la tradizionale polenta bianca.
» Mataku: vino di anguria.
» Walende: distillato di palma simile alla vodka.

Namibia da leggere

» La canzone di Be, di di Lesley Beake.
» Kalahari. Viaggio fra i Boscimani di Namibia, Botswana, Sud Africa, di Silvana Olivo.
» Born of the Sun: A Namibian Novel, di Joseph Diescho e Celeste Wallin.

Gli eventi più interessanti

» Nella Domenica più vicina al 23 agosto: Herero Day

Non hai trovato quello che cerchi?