Cinque mete insolite a un’ora da Milano

Villa Arconati vicino a Milano Villa Arconati | Daniel70mi Falciola

Volete scappare dalla frenesia di Milano? I dintorni sono ricchissimi di possibilità, fra gite fuori porta, nella natura, visite storico-artistiche di ogni genere, attività per bambini. Se avete già esaurito le mete più note, ecco cinque destinazioni poco conosciute a non più di un’ora di auto o treno dalla città, in alcuni casi raggiungibili anche in bicicletta.

1. Villa Arconati a Bollate

I dintorni di Milano un tempo pullulavano di Ville di Delizia in cui i nobili della città si ritiravano in villeggiatura. Villa Arconati è una delle più splendide, tanto che è considerata la versione italiana della Versailles di Luigi XIV. Si trova nelle brughiere del Parco delle Groane, a Castellazzo, frazione di Bollate. Il suo attuale aspetto, in cui prevale il barocchetto, è dovuto a interventi seicenteschi, settecenteschi e ottocenteschi.

Se la villa è un tripudio di statue, affreschi e stucchi, il giardino non è da meno. Oltre a essere ampio, bello e molto curato, ospita teatri e giochi d’acqua, una torre e una voliera. Nella villa, inoltre si svolgono moltissimi eventi, da un famoso festival musicale, a eventi teatrali, rievocazioni storiche, aperture con visite guidate, laboratori e molto altro.

Anche il borgo sviluppatosi intorno alla residenza signorile è interessante, soprattutto per le sue corti, ed è attualmente in fase di recupero. La vasta area protetta del Parco delle Groane presenta una serie di piste ciclabili, quindi la villa è raggiungibile anche in bicicletta, con un percorso nella natura che prevede tante altre tappe interessanti. Le bici si possono affittare direttamente al parco.

2. Castello di Pandino

Pandino, in provincia di Cremona, è una piccola città poco conosciuta, ma ricca di sorprese. L’attrazione principale è il Castello Visconteo, costruito e completamente decorato dai signori di Milano a metà del 1300. Oggi è uno fra gli edifici di questo tipo meglio conservati. Offre visite su prenotazione, attività per bambini e vari eventi. Non bisogna farsi sfuggire nemmeno la frazione di Gradella, che nel 2005 è stata ammessa nella lista dei Borghi più belli d’Italia. Il suo fascino risiede nell’atmosfera antica, rimasta inalterata. Anche la frazione di Nosadello è molto caratteristica.

gita a un'ora da Milano

A Pandino si svolgono vari eventi interessanti: la fiera di primavera la terza domenica di marzo, la sagra di Nosadello la seconda domenica di settembre, la sagra di Gradella la
seconda domenica di ottobre, la sagra di Pandino la terza domenica di Ottobre. Durante le due sagre autunnali i ristoranti del paese propongono piatti tipici a prezzo fisso. È possibile fare visite guidate all’interno del paese. L’area è raggiungibile da Milano anche tramite percorsi ciclopedonali.

3. Monastero di Torba e Castelseprio

Il Parco Archeologico di Castelseprio e il monastero di Torba sono siti Unesco che hanno visto il loro maggior splendore sotto i Longobardi. Il monastero era un avamposto romano, poi trasformato in un convento di monache benedettine e, in età napoleonica, in insediamento contadino. Le parti più interessanti del complesso sono la Chiesa di Santa Maria e la Torre, che contengono ancora tracce di affreschi dell’epoca. C’è la possibilità di effettuare visite guidate. Il monastero ospita anche un ristorante dall’atmosfera suggestiva.

Il Parco Archeologico di Castelseprio si trova poco lontano. È costituito dai resti di un insediamento di epoca longobarda, immersi nel verde. Il pezzo forte sono gli affreschi della chiesetta di Santa Maria Foris Portas (risalenti però ad epoca ottoniana). Notevole anche il piccolo museo ospitato nell’Antiquarium. Il parco comprende un’area picnic.

Castelseprio

Chiesa di Santa Maria foris portas | Paul Barker Hemings

4. Oasi WWF di Vanzago

L’Oasi WWF di Vanzago ospita circa 200 ettari di bosco tipico della Pianura Padana ed è una delle poche ad essere effettivamente possedute dall’associazione. Nell’Oasi è attivo anche un Centro Recupero Animali Selvatici che ha il compito di curare e reintegrare nell’ambiente animali feriti. È possibile visitarla nel fine settimana e nei giorni festivi.

Oltre alle normali escursioni guidate, si può partecipare a visite dedicate sia ai bambini sia agli adulti, con temi che variano a seconda del periodo dell’anno: camminate notturne per vedere lucciole o anfibi, liberazione di animali selvatici curati dal Centro Recupero, ricerca e osservazione di animali come scoiattoli e caprioli, meditazioni nel bosco, lezioni per riconoscere alberi e funghi, esami di tracce animali e tanto altro. È possibile organizzare feste di compleanno per bambini.

Oasi Vanzago

Oasi Vanzago | Daniel70mi Falciola

5. Consonno, il paese fantasma

Consonno, in provincia di Lecco, è una frazione del comune di Olginate che negli anni sessanta fu trasformata dall’imprenditore immobiliare Mario Bagno in una sorta di incrocio fra un centro commerciale e un parco divertimenti, con architetture a dir poco eclettiche. Purtroppo, nonostante vari piani di rilancio, l’idea fu un fallimento, anche a causa di frane che ostruirono le arterie principali, e la città cadde in rovina. Oggi il suo fascino è quello di una coloratissima devastazione, ridecorata da artisti della bomboletta ed invasa dalla natura.

Si raggiunge a piedi e in bicicletta tramite le strade comunali o direttamente in macchina. Normalmente è accessibile in auto solo dalla strada che sale da Villa Vergano (con la possibilità di dover fare un chilometro a piedi quando la stanga che sbarra la strada è chiusa), ma le strade che partono da Olginate e Villa Vergano vengono aperte ogni domenica, dalle 11 alle 12 in autunno e inverno e dalle 10 alle 19 in primavera ed estate. L’accesso è agevole. È bene comportarsi con prudenza nei pressi degli edifici abbandonati (quelli pericolanti sono stati recintati e in generale l’ingresso è sconsigliato), vestirsi adeguatamente ed evitare di visitarla dopo il tramonto, vista la mancanza di illuminazione, ma, in linea di massima, la zona è sicura. Può essere un luogo particolare per organizzare un picnic o un barbecue.

Consonno

Consonno paese fantasma | Marco Assini

Ogni domenica dalle 10 alle 19, dal lunedì di Pasqua al mese di ottobre è attivo il Bar la Spinada, un tempo tavola calda del paese, ristrutturata con arredamento d’epoca dall’associazione Amici di Consonno, fondata dagli ex abitanti e dai loro figli. L’associazione organizza anche vari eventi in paese: la Pasquetta a Consonno il lunedì di Pasqua, con mercatini dell’hobbistica ed eventi vari, la sagra di San Maurizio a settembre, con tanto di processione (oltre a musica e mercatini), e la Burollata a ottobre, con castagne e vin brulè. Consonno è frequentata anche dagli appassionati di longboard e skateboard di Sbanda Brianza, che si trovano lì ogni sabato e hanno organizzato in paese il Ghost Town Freeride.