Calabria, Puglia e Basilicata one shot (parte 1)

Un itinerario che attraversa il sud-Italia dal tacco alla punta. Un viaggio on the road che vuole essere un “assaggio” di città d’arte, cultura, mare, monti e sport.

Il nostro è un itinerario che attraversa il sud-Italia, dal tacco alla punta. Un viaggio on the road che non ha la pretesa di conoscere a fondo le belle regioni del sud (ognuna di queste meriterebbe da sola un mese o più di visita), ma si propone come un “assaggio” di città d’arte, cultura, mare, monti e sport. Vario, divertente, per chi ama girare, cambiare e ha intenzione di non lasciarsi scoraggiare dalla ressa estiva. Basta infatti uscire dai circuiti più battuti e rinunciare alla tipica vacanza di mare. L’itinerario che vi proponiamo corre lungo circa 4.000 km per un totale di 25 giorni (se avete meno tempo a disposizione potrete sempre selezionare solo alcune tappe).

1°- 2° giorno: Milano-Matera

visitare MateraI Sassi di Matera ci accolgono nel loro splendore dopo un viaggio di 950 km. E’ una città unica, con i due complessi abitativi Barisano e Caveoso. Camminiamo per Matera affascinati dai Sassi e dallo scenario della Murgia che li circonda. I “Sassi” sono nati come semplici grotte e poi ampliati e sviluppati fino a diventare vere case e chiese rupestri scavate nel tufo. Le case museo rendono bene l’idea della vita incredibile di questa popolazione fino agli anni ’50 (da vedere la Casa Grotta di Vico Solitario). Matera, al tramonto diventa un magnifico presepio da ammirare nel silenzio del belvedere a 4km da Laterza o dai tanti romantici ristoranti in città. Prenotiamo un tavolo con vista sui Sassi al Terrazzino Vico San Giuseppe 7 dove concludiamo la buona cena con l’amaro Padre Peppe.
Per dormire la proloco ci suggerisce un piccolo appartamento in piazza Duomo, adiacente alla Cattedrale e al lussuoso, recente Hotel di Palazzo Gattini, al n° 13/14, con vista stupenda sul Barisano. In centro un’altra valida soluzione è l’Albergo Italia, Via Domenico Ridola 5, dove ha alloggiato Mel Gibson durante le riprese del film “La passione”.

3° giorno: Grotte di Castellana

A soli 85 km da Matera in direzione Lecce, facciamo una sosta di poche ore alle Grotte di Castellana dove vengono proposti 2 itinerari, uno parziale di 1 km e uno completo di 3 km che raggiunge la Grotta Bianca. Suggeriamo di percorrerle al completo. Non è difficile e la Grotta Bianca è assolutamente imperdibile. Segnaliamo a 29 km dalle grotte la bella Masseria Alchimia (Contrada Fascianello 50) a Fasano.

4° giorno: Lecce

LecceLocalità turistica d’eccellenza del Salento per i suoi monumenti in stile barocco e per la posizione strategica tra i mari Adriatico e Ionio, con le marine di Torre Chianca, Frigole, Torre Rinalda e San Cataldo. Passeggiamo per le strade del centro tra splendidi palazzi nobiliari. Il nostro itinerario parte da Piazza Sant’Oronzo con la statua del patrono, la Chiesa di San Marco e il vicino Sedile che fu sede del Municipio. Approfittiamo di una interessante visita guidata a soli 2€ nell’anfiteatro romano poco distante, oggi abitato da gatti sonnolenti, e continuiamo con il castello di Carlo V e la famosissima Basilica di Santa Croce, esempio emblematico dell’opulenza dello stile barocco leccese, fino ad arrivare nella scenografica piazza Duomo. Da qui proseguiamo a piedi fino a Porta Rudiae una delle tre porte monumentali di questa città, tra le più rappresentative d’Italia. I 2 ristoranti che segnaliamo sono nella norma, semplici, accoglienti, con un buon rapporto prezzo/qualità: Trattoria Nonna Tetti in piazzetta Regina Maria 17, e La Vecchia Osteria di via Dasumno 3. Lecce offre numerose soluzioni di Hotels o di B&B, tra cui il nostro B&B Morfeo (via Montello 11), niente di eccezionale ma vicino al centro storico e alla stazione (50€ una matrimoniale con bagno adiacente). Oppure c’è l’elegante e costoso Hotel Torre del Parco 1419 nel centro storico o l’Hotel President a pochi minuti a piedi dal centro.

5° giorno: Taviano – Specchia

Per chi ama la tranquillità e vuole evitare l’affollamento della costa in alta stagione, l’entroterra del Salento, oltre ad essere molto bello, è la base ideale da cui raggiungere tutte le località più turistiche. Ci si può fermare a Specchia, il cui centro storico medioevale è meritatamente considerato tra i più belli del Salento, con il castello Risolo del 500, la Cappella di S.ta Caterina Martire con i suoi splendidi affreschi, le chiese di S. Nicola e S. Eufemia. Dalle strette stradine si possono ammirare i balconi, i decori in pietra leccese e ferro battuto, i portali che man mano nei secoli hanno arricchito questo splendido borgo. Il lussuoso Hotel Borgo Cardigliano recentemente ristrutturato, si trova alle porte di Specchia. Oppure si può pernottare nella bella Maglie, dove segnaliamo l’Hotel Tesoretto (prov.le Maglie/Castro a Poggiardo), non sul mare ma il migliore come ambiente e posizione; o Galatina, dove si trova un antico convento ristrutturato ad albergo, l’Hotel Palazzo Baldi a Corte Baldi (chiedete di visitare i budelli e le porte segrete da cui i frati “scappavano” di notte per ritornare al mattino). Noi abbiamo scelto Taviano (13 km da Gallipoli, 35 da Santa Maria di Leuca, 16 da Marina di Ugento) e alloggiato nel piccolissimo B&B Cassini, a 200 mt da A Casa Du Martinu, rinomato ristorante e albergo con 11 camere arredate con mobili di fine ‘800. Abbiamo cenato nel suggestivo giardino “delle delizie” sotto le chiome di alberi di mandarini e arance, gustando ottimi piatti tipici (fortemente raccomandata la prenotazione!).

6° giorno: Santa Maria di Leuca

Santa Maria di Leuca, grotteSanta Maria di Leuca si trova in splendida posizione nell’insenatura tra Punta Ristola e Punta Meliso, bagnata dai mari Ionio e Adriatico, uno dei litorali più belli della Puglia. A ponente pianeggiante, con spiagge cosparse di macchia mediterranea che si alternano a promontori rocciosi; a levante selvaggia, con scogliere a picco sul mare. Leuca è caratterizzata da scogli, grotte e falesie, dai nomi frutto della fantasia popolare, come Grotta Porcinara, del Diavolo, del Drago o dei Giganti; i fondali sono un paradiso per gli amanti del sub, con i tanti relitti a profondità elevate. Appena fuori Leuca c’è solo l’imbarazzo della scelta tra incantevoli spiagge di sabbia fina. La città è ricca di storia e di ville ottocentesche che testimoniano l’antica tradizione balneare, alcune trasformate in strutture di pregio oggi sempre più richieste da attori e vip da tutto il mondo. Leuca offre servizi e strutture ricettive per tutti i gusti e opportunità di svago. Da non perdere il panorama da cartolina dal promontorio Japigio, per i locali Punta Meliso, con la Basilica “de Finibus Terrae”. Nel pomeriggio ci godiamo un’escursione in barca alle grotte, e poi un po’ di relax al sole su scogli a picco sul mare trasparente, dai colori blu cobalto e verde smeraldo. Numerose le possibilità di pernottamento: hotel Leuca.

7° giorno: Marina di Ugento e Maldive del Salento

Arriviamo in uno dei punti più rinomati e belli del mare salentino: Marina di Ugento dove visitiamo questo tratto di costa che in pochi km regala un susseguirsi continuo di splendide e rinomate spiagge tra cui le Marine di Salve, dette anche Maldive del Salento, bandiera blu 2010; Pescoluse, è una delle più belle spiagge della costa ionica, purtroppo molto affollata in alta stagione. La sera raggiungiamo la deliziosa e incantevole piazzetta di Patù, dove ceniamo nella trattoria Rua de li Travai. A pochi km, a Torre San Gregorio, si trova invece la “trattoriaccia” Bar del Moro con deliziosa vista sul mare. Il menù è fisso ma ottimo e abbondante. Per dormire nelle vicinanze segnaliamo la Tenuta Specolizzi (S.P. Presicce – Lido Marini, Salve) e la Masseria La Casina dei Cari (a 3km da Lido Marini).

(continua…)