Croazia, un giorno d’estate a Pisak

Pisak, Croazia Pisak, Croazia

Il tratto di costa a sud di Spalato, compreso tra Macarsca e Omis è uno dei più affascinanti della costa dalmata. Se località come Macarsca e Brela sono molto frequentate, proseguendo verso nord dopo Brela si incontrano piccoli villaggi di pescatori, calette dal mare trasparente e graziose spiagge di sassolini bianchi, dove anche in alta stagione è solitamente possibile sfuggire al caos. Uno di questi è il paesino di Pisak.

Stiamo viaggiando da sud a nord, lungo la litoranea tra Dubrovnik e Spalato. Arriviamo sulla famosa riviera di Macarsca in un giorno di grande affollamento turistico, il primo weekend di agosto. La costa offre panorami suggestivi. A sinistra le scogliere a picco sul mare, con l’orizzonte punteggiato da isole, a destra la vegetazione rigogliosa e le montagne.

Purtroppo tra Macarsca e Brela il traffico è allucinante. E così l’idea di fermarsi per un bagno a Brela, la cui bellezza delle spiagge è celebrata dalla nostra Lonely Planet, viene subito archiviata, anche per l’estrema difficoltà di trovare un parcheggio. La conformazione del litorale in questa zona della Croazia è scenografica ma altamente problematica per chi si muove in auto in alta stagione. La strada corre alta tra mare e monti, e stradine tortuose scendono verso i villaggi e le piccole spiagge di ciotoli.

Proseguendo in direzione nord oltre Brela, il traffico si dirada. Con grande sollievo, una volta superato il bivio per l’autostrada A1 la strada litoranea è di nuovo libera. In basso si intravede Pisak, piccolo e pittoresco paesino di pescatori. Siamo subito favorevolmente colpiti dalla tranquillità del luogo. Prendiamo il bivio a sinistra e dopo una decina di tornanti siamo in paese. Non vediamo alberghi né grandi strutture turistiche, il turismo non sembra aver snaturato il villaggio.

Il piccolo porticciolo di Pisak è grazioso, con il molo, una piccola chiesa, un paio di ristoranti di pesce affacciati sul mare, limpido e trasparente. Prendiamo spaghetti ai frutti di mare e birra gelata. A due passi dal porto, la spiaggia di piccoli sassi bianchi è deliziosa e pulitissima. Finalmente relax.

Pisak è una bellissima sorpresa, ideale per fermarsi qualche ora a riposarsi e a fare il bagno prima di proseguire il viaggio, ma consigliata anche per soggiorni più lunghi, soprattutto a chi cerca tranquillità e mare pulito. In paese le famiglie locali affittano stanze e appartamenti ai turisti. E chi non vuole rinunciare a intrattenimento, parapendio e serate animate può sempre spostarsi verso le vicine Brela e Macarsca.

Dove dormire: Marušić Home, appartamenti in affitto a Pisak.