Itinerario Sardegna: dove mangiare fregola, culurgiones a altri primi piatti tradizionali

sardegna, fregola Fregola - Foto di Claudia Zedda

Sardegna è bel mare, bellissimi paesaggi, archeologia ancora da scoprire, e leggende antiche, ma è anche e soprattutto buona tavola. Oggi ti proponiamo un tour dell’isola speciale, che ti porterà di tavola in tavola alla scoperta di uno degli ingredienti principali della cucina isolana: la semola di grano duro e gli spettacolari primi piatti che con questo ingrediente si possono confezionare.

Noleggia un’auto a Cagliari con Hertz, in aeroporto o in centro città.

Cagliari al sapore di fregola

Conosciuta anche come la città del Sole, Casteddu (in dialetto locale) è il capoluogo della Regione Autonoma Sardegna, affacciata sul Golfo degli Angeli, nella costa meridionale della Sardegna, gioiello del Campidano. L’essenza cittadina profuma di mare e sole e non è un caso che molti dei suoi piatti abbiano a che fare con il mediterraneo. Prendi ad esempio l’aragosta alla cagliaritana o sa burrida (a base di gattuccio di mare e noci). Oggi ti mostriamo Cagliari parlandoti di uno dei suoi primi piatti tipici: la fregola.

La preparazione de sa fregula non richiede troppo sacrificio visto che questa deliziosa pasta si ottiene mescolando in un recipiente semola, acqua e sale. Le piccole palline formate verranno poi consumate fresche o essiccate in forno. La fregola ben si associa con piatti di mare per quanto non disdegni condimenti di terra. E’ tipicamente servita in zuppa di pesce (sa cassola a sa casteddaia) o con arselle e un sughetto di pomodoro fresco.

Fregula, primi piatti Sardegna

Fregola – Foto di Claudia Zedda

Dove mangiare la fregola. Per mangiare una buona fregola ti consigliamo il >Ristorante Zenit. Si mangia a pochi metri dal mare e il panorama non ha paragoni: tra un bicchiere di vermentino e un boccone di fregola si può ammirare Cagliari e la Sella del Diavolo.

Dove dormire a Cagliari: Se cerchi un hotel raffinato ed elegante il T Hotel fa certamente al caso tuo. E’ in centro città, con belle camere e centro benessere. Chi l’ha già visitato non si stanca di consigliarlo.

Masullas al profumo di caombas

Le caombas sono una pasta fresca tipica della città di Masullas, in provincia di Oristano. Un tempo venivano confezionate durante il periodo pasquale e venivano servite in minestra. Era un piatto dedicato ai più piccoli, ma molto apprezzato anche dagli adulti. A rendere tanto suggestiva questa pasta è la sua forma che ricorda molto da vicino piccole colombe in volo.

Caombas - Foto Claudia Zedda

Caombas – Foto Claudia Zedda

Se scegli di visitare Masullas approfittane per esplorare il selvaggio e bellissimo Parco di Conca Cannas con le sue numerose e antichissime stazioni per la lavorazione dell’ossidiana.

Dove dormire a Masullas: Ti proponiamo di alloggiare a pochi chilometri da Masullas, in territorio Collinas, ospite del b&b Sadomu e Forru una struttura in squisito stile rustico, ricca di attenzioni e storia.

In Ogliastra con i culurgiones

Il nostro tour lentamente risale la Sardegna, fino a portarci in Ogliastra, una delle regioni storiche dell’isola più selvagge e belle. E’ bagnata da un mare pulito e profondo, con coste rocciose e seducenti. Fra le spiagge più amate e fotografate che potrai visitare durante il tuo tour in Ogliastra c’è Cala Goloritze da cartolina, ma anche le ambitissime Cala Mariolu, Cala Luna, Cala Sisine, Pedralonga, Cala Moresca, gli scogli rossi di Arbatax e la marina di Cardeddu.

Dopo un giro tanto intenso, per riprendere le energie è necessario un bel piatto di culurgiones. Per fortuna siamo nella località giusta. Si tratta di buonissimi ravioli realizzati con semola di grano duro e ripieno di patate, pecorino e menta. Sono chiusi con una tecnica molto speciale detta a spiga, che li rende davvero eccezionali.

sardegna, culurgiones

Foto di Claudia Zedda / www.koendi.it

I culurgiones vengono normalmente serviti con abbondante sugo di pomodoro fresco, ma sono superlativi anche se preparati arrosto e bagnati con abbondante olio d’oliva o fritti e serviti come aperitivo sfizioso.

Dove dormire in Ogliastra. Se scegli di visitare l’Ogliastra un piacevole punto d’appoggio potrebbe essere il Monte Turri Luxury Retreat, un bellissimo hotel a pochi passi dal mare della turistica Arbatax. Non solo relax, belle stanze, posizione eccezionale, piscina e coccole, ma anche ristorante a cinque stelle dove assaggiare i deliziosi culurgiones.

A Nuoro con su filindeu

Su filindeu è una pasta tipica di Nuoro, cuore della Sardegna. Si tratta di una specialità antica, poco conosciuta ma davvero strabiliante. Non è solo una pasta di semola buonissima, ma è una vera e propria opera d’arte. Interamente realizzata a mano su filindeu è composto da tantissimi finissimi fili di pasta sovrapposti che realizzano una vera e propria rete. Viene servita in zuppa e si tratta del piatto che tipicamente viene offerto ai pellegrini in occasione della festa religiosa di San Francesco.

Filindeu

Foto di Claudia Zedda / www.koendi.it

Se hai deciso di visitare Nuoro per assaggiare il suo delizioso filindeu è inevitabile fare un salto all’Ortobene, un colle che domina sulla città, tanto amato da una delle sue più famose abitanti, Grazia Deledda. Nuoro inoltre ti stupirà per la quantità di musei presenti, uno fra tutti il Man con mostre temporanee e permanenti di arte contemporanea e moderna.

Dove mangiare su Filindeu. Puoi assaggiare un delizioso filindeu dai Monti del Gennargentu, un ristorante nel cuore di Nuoro che offre un ventaglio sorprendente di piatti tipici e autentici. I prezzi sono contenuti, il personale cortese, lo scenario che vi ospiterà da favola.

Dove dormire a Nuoro. Casa Solotti, a 4 chilometri dalla città, all’interno del Parco del Monte Ortobene.

In Gallura con la tipica zuppa gallurese

Chiudiamo il nostro tour con l’emozionante Gallura, dove la luna è più grande, il vento non si stanca mai di soffiare e il granito è forte e fiero. Questa regione storica della Sardegna settentrionale è molto nota non solamente per le spiagge, ma anche e soprattutto per la sua storia e le sue belle cittadine. Non possono passare inosservate Arzachena e la deliziosa Aggius resa famosa dal mito del Muto di Gallura, e le bellissime vigne presenti sul territorio: una per tutte l’elegante tenuta Mancini Balajana, con vigneti da sogno e possibilità di tour guidati.

Durante il girovagare alla scoperta della Gallura meno nota ti potrebbe capitare di incappare in uno dei piatti tradizionali: la squisita zuppa gallurese. Si tratta di una vera e propria zuppa cotta in forno, al profumo di brodo e pecorino. Non è un piatto leggero, ma assaggiarlo ti farà esplodere di gusto le papille, meglio ancora se sceglierai di accompagnare la zuppa con un bel bicchiere di vermentino che qui, c’è da dirlo, è di casa.

zuppa gallurese

Foto di Claudia Zedda / www.koendi.it

Dove mangiare la zuppa gallurese. Una delle migliori zuppe galluresi la servono al Muto di Gallura, un agriturismo immerso nella natura e nella storia, a pochissimi chilometri da Aggius. Non solo potrai mangiare piatti squisiti ma la struttura mette a disposizione anche bellissime stanze che profumano di storia e natura.

Vuoi preparare a casa i culurgiones, la fregola e gli altri piatti sardi di questo articolo? Sul sito Koendi.it trovi le ricette tradizionali a cura di Claudia Zedda.