6 regole per dormire in un albergo tradizionale giapponese

Alloggiare in un albergo tradizionale giapponese, un ryokan, è un’esperienza unica, ma prima di provarla è utile conoscere una serie di regole di comportamento, fondamentali anche in caso siate ospiti da un giapponese.

regola ryokan n. 1

1) Quando si entra bisogna togliersi le scarpe in genere in un’apposita zona ribassata all’ingresso. Non toccate questa zona con il piede nudo. Allineate le scarpe e rivolgetele verso l’esterno pronte per l’uscita.

regola ryokan n.2

2) In bagno la parte del water e del lavandino è separata da quella della doccia e della vasca. Per entrare vengono fornite pantofole apposite da usare unicamente al suo interno.

regola ryokan n.3

3) La doccia serve a lavarsi e la vasca da bagno a rilassarsi: prima di entrare in vasca è bene lavarsi con cura sotta la doccia che in genere occupa tutta la stanza, seduti sullo sgabello di plastica. L’acqua della vasca non viene cambiata, ci si lava a turno a partire dal capofamiglia.

regola ryokan n.4

4) Si dorme sul futon, un insieme di materasso, piumino e cuscino che di solito si svolge la sera e si piega la mattina, in modo da ottimizzare lo spazio della stanza. A volte viene riposto in appositi armadi.

regola ryokan n.5

5) Spesso viene fornito uno yukata, un kimono di cotone molto morbido da utilizzare come pigiama, ma anche dopo un bagno termale nell’onsen o in qualsiasi altro momento trascorso nell’albergo. Si indossa sopra la biancheria con la parte sinistra sovrapposta alla destra. Gli uomini portano la cintura sui fianchi, le donne in vita, con il nodo verso destra.

regola ryokan n.6

6) Le pareti tendono ad essere molto sottili e a lasciar passare i suoni anche nel caso in cui non siano quelle tradizionali in carta di riso. Di conseguenza è buona educazione cercare di fare meno rumore possibile, soprattutto di notte.