Nuova Zelanda, terra di fiordi: Fiordland National Park e Milford Sound

Nuova Zelanda, fiordi Milfor Sound, foto CC di Jocelyn Kinghorn

Uno dei modi migliori per apprezzare le bellezze spettacolari della Nuova Zelanda è on the road, affittando all’arrivo in aeroporto un’auto o meglio ancora un van (comodo all’occorrenza per dormire) e intraprendere quello che per molti è il viaggio della vita.

I percorsi su ruote più gettonati, e che permettono di toccare le più grandi attrazioni naturalistiche, le bellezze togli-respiro delle due maggiori isole che compongono la Nuova Zelanda, sono dalla città di Aukland a Wellington e poi fino a Christchurch, percorrendo dunque prima l’isola del Nord (in senso orario) e poi quella del Sud (in senso antiorario), oppure esattamente il contrario (giro meno battuto dai tour operator); percorsi di circa 4500 km.

In entrambi i casi, quando si arriva nell’estremo Sud Ovest dell’isola meridionale, in prossimità della città di Te Anau, è impensabile rinunciare a una deviazione verso la terra dei fiordi. Te Anau (sull’arteria stradale 94) è considerata porta d’ingresso a Fiordland e all’omonimo Parco Nazionale, sia per un accesso al cuore dello stesso sia per raggiungere Milford Sound, l’unico fiordo visitabile della South Island. (Per chi opta per spostamenti in aereo all’interno della Nuova Zelanda, gli scali più vicini sono Queenstown o il piccolo aeroporto turistico di Milford Sound).

Nuova Zelanda, fiordi

cc jocelyn kinghorn

 
Fiordland National Park, patrimonio Unesco dal 1990, è il più grande dei quattordici parchi nazionali neozelandesi e la riserva naturale meno accessibile del Paese: un territorio selvaggio con molte aree irraggiungibili ai visitatori e attraversato da alcuni dei percorsi trekking neozelandesi più famosi (il Milford, il Dusky, il Kepler e l’Hollyford Track), che consentono, seguendo guide esperte, di addentrasi nella natura più pura, tra boschi, laghi, ghiacciai, cascate, fiordi e poi l’oceano, alla scoperta di luoghi sconfinati sospesi tra il verde, i blu, il bianco delle cime montuose. Qui, tra cielo e terra, ci si lascia piacevolmente sorprendere dall’avvistamento di foche, cervi e numerosi uccelli, tra i quali kiwi (specie endemica neozelandese e simbolo stesso della nazione) e pappagalli kakapo.

Da Te Anau a Milford Sound ci sono circa 120 chilometri e si tratta di uno dei percorsi stradali più incredibili per ammirare le bellezze di queste latitudini. Se sulla tabella di marcia, per percorrere questo tratto di strada si calcolano in media due ore, è consigliato prendere l’avventura con più calma, fermandosi anche spesso al variare di paesaggi e colori (e quando ricapitano scenari così?) e non sottovalutando le condizioni del tempo, spesso variabile e caratterizzato da frequenti rovesci. Da non dimenticare: fare il pieno di carburante a Te Anau perché al Milford Sound le forniture sono limitate e più costose.

Milford Sound è dominato dal Mitre Peak, monte di 1695 metri che accoglie il viaggiatore con la sua presenza pluririflessa nelle acque. Dal punto ultimo di arrivo in auto (qui disponibili parcheggi), il fiordo si prolunga per 16 km circa fino allo sbocco nel mare di Tasmania. All’arrivo a Milford Sound, vi sono indicazioni per partecipare a una delle crociere che in un paio d’ore percorrono tutta la lunghezza del fiordo arrivando fino al mare aperto: pareti granitiche, cascate, acque calme che creano incredibili giochi di luci e riflessi sotto il cielo cangiante, il tutto a garantire la fama di fiordo più emozionante della Nuova Zelanda e forse del pianeta.

Foche a Milford Sound, Nuova Zelanda

CC booni

 
Particolarissimo e di incredibile suggestione l’ambiente subacqueo, nel quale le montagne continuano fino anche a 450 metri di profondità e fanno da cornice a piscine di acqua limpidissima, in superficie dolce e poi salata, incredibile connubio che ospita forme di vita uniche, come il corallo nero. La ricchissima fauna comprende delfini, pinguini e foche, spesso avvistabili durante la crociera. Consigliatissima la visita all’osservatorio marino di Milford e sicuramente le immersioni guidate.

Se si organizzano con precisione i tempi, prenotando in anticipo la crociera, il fiordo è visitabile in una giornata con ritorno a sera a Te Anau, ma è sicuramente ancor più bello e suggestivo fermarsi per la notte (magari in una delle Overnight Boats) cenando in uno dei localini nella zona (Milford Lodge, sempre prenotando in anticipo) e svegliandosi con una colazione vista fiordo (il Discover Milford Sound Information Centre e Café è centro informazioni e bar-ristorante).

Fermandosi più giorni, esperienze uniche ed avventurose sono le escursioni in canoa e a piedi, ma il più noto Milford Track, ossia cinque giorni camminando nella natura estrema, conosciuto anche come la passeggiata più bella al mondo, è consigliato solo a esperti escursionisti.

Il periodo migliore per visitare la Nuova Zelanda è senza dubbio tra l’estate e l’autunno locali, quindi tra dicembre e aprile. E’ il periodo più soleggiato e più mite, con temperature piacevoli e gradevoli durante l’arco della giornata. E nelle estati neozelandesi rimangono esperienze indimenticabili i lunghi tramonti con i colori mescolati tra il cielo e il suo specchiarsi nelle acque. Le giornate sono lunghe e consentono di godersi le serate anche con passeggiate lungo i laghi, specialmente il Lake Te Anau, che sulla riva cittadina offre locali all’aperto (The Ranch Bar & Grill, Olive Tree Café) dove rilassarsi magari assaggiando i rinomati vini neozelandesi.

Per quanto riguarda il Milford Sound, è da tener presente che tanta bellezza è accompagnata da frequenti piogge, temporali e nevicate nei mesi invernali. E’ una caratteristica costante del luogo, per cui bisogna essere equipaggiati e preparati all’acqua, ammirando ovviamente gli ulteriori giochi cromatici e magari anche lo spuntare dell’arcobaleno.

Organizza il viaggio
Come arrivare: Trova un volo per la Nuova Zelanda
Come muoversi: Noleggiare un’auto
Cosa fare: Prenota un’escursione nel National Fiordland Park o una crociera lungo il fiordo Milford Sound
Dove dormire a Te Anau: The Anau Lakeview Kiwi Holiday ParkThe Anau Lakefront Backpakers
Fiordland: Dove mangiare e dormire a Fiordland.