Singapore: cosa vedere assolutamente

Singapore, cosa vedere CC Kai Lehmann

È uno dei Paesi più ricchi al mondo. E il suo porto è al centro dei traffici internazionali. La città-Stato di Singapore, Repubblica dal 1965, fu fondata dagli Inglesi nel 1819 e da allora la sua crescita demografica è stata esponenziale. Singapore occupa l’isola più estesa tra le oltre 60 dell’arcipelago malesiano, a 150 Km a nord dell’equatore, e conta più di 5 milioni di abitanti. Appare come una grande metropoli muticulturale, una florida oasi d’Oriente ricca di grattacieli specchiati, centri commerciali, giardini botanici, acque placide in cui si riflettono migliaia di luci colorate. Una città cosmopolita dal cuore antico, date le sue origini risalenti all’impero Srivijaya. Ecco cosa dovete assolutamente vedere a Singapore.

1. Merlion

Cominciamo dal simbolo della città, una statua alta circa 9 metri con corpo di pesce e testa di leone, una creatura leggendaria chiamata Merlion e un’attrazione popolare davanti alla quale scattare una prima foto ricordo della città. Realizzata nel 1964 e simbolo cittadino dal 1997, la statua si trova alla foce del Fiume Singapore, difronte al Fullerton Hotel e dalla sua bocca sgorga un potente getto d’acqua che si mescola tra i flutti della Marina Bay.

2. Marina Bay Sands

La Marina Bay è tra le aree più avveniristiche della città, una specie di quartiere del futuro. Tra gli alti grattacieli a decine di piani, il Marina Bay Sands accoglie il terzo casinò più grande al mondo e si distingue per la nave di 12 mila mq che campeggia al di sopra di tre palazzi da 60 piani. La nave si trova sospesa sopra un’immensa piattaforma chiamata SkyPark Observation Deck che ospita anche l’Infinity pool, una piscina panoramica che sembra precipitare nel vuoto. Da qui la veduta su tutta la baia e la città è imperdibile, così come lo spettacolo serale quando le luci si accendono, i suoni rimbombano e le fontane della baia spruzzano scenografici giochi d’acqua su cui vengono proiettati video e immagini da far impallidire Las Vegas.

3. Gardens By The Bay

Sembrerà di essere capitati sul set di Avatar passeggiando lungo le passerelle aeree dei Gardens By The Bay, giardini futuristici con centinaia di specie animali e vegetali racchiusi in due grandi cupole a forma di conchiglia, Cloud Forest e Flower Dome, a nord della città. Qui la tecnologia si sposa magnificamente con la natura come nell’eclatante caso dei Supertrees, alberi con telaio in acciaio alti 50 metri che suonano e si illuminano. Giardini d’inverno, foreste tropicali, Baobab africani e flora mediterranea danno vita a un microcosmo tanto gradevole quanto surreale.

4. National Orchid Garden

All’interno dei Singapore Botanic Gardens, altro spazio nel verde creato dai britannici nel XIX secolo e altra ambiziosa opera ingegneristica, tanto da essere annoverata tra i capitali Unesco, spicca il National Orchid Garden. Tra foreste pluviali, laghi e piante rare, al di sopra di una collina, sbocciano migliaia di varietà di orchidee divise per colore, in nome di quell’ordine maniacale che caratterizza tutta la metropoli di Singapore. L’area, inaugurata nel 1995, è la più grande al mondo nel suo genere e occupa la zona nord-occidentale della city.

singapore-cosa-vedere

CC Güldem Üstün

5. Clarke Quay

È il quartiere dei locali e del divertimento notturno, probabilmente il più glamour della città. Ristoranti di cucina tipica, luoghi di tendenza con musica dal vivo e bancarelle culinarie si susseguono senza sosta lungo strade che costeggiano il Singapore River, illuminate da insegne brillanti e fontane luminose. Nelle serate più calde i gestori dei locali attivano enormi ventilatori esterni che regalano una leggera brezza, seppur artificiale, a chi decide di entrare e uscire da un pub all’altro, sorseggiando drink non proprio economici e facendosi avvolgere dalla calda atmosfera del quartiere.

6. Singapore Flyer

Tra le ruote panoramiche più grandi del pianeta. La Singapore Flyer misura 165 m d’altezza e 150 di diametro e compie un giro completo in circa mezzora offrendo vari diversivi. Oltre alla vista vertiginosa che abbraccia buona parte della metropoli malesiana, la ruota offre all’interno delle sue cabine, food and beverage di cucina internazionale e specialità locali e negozi per fare shopping anche in quota.

7. Little India

Profumo di spezie e colori vivaci a Little India, angolo indiano a nord della Marina Bay. Templi e santuari fanno da sfondo a bancarelle di cianfrusaglie e alle case-botteghe dalle facciate sgargianti e nell’aria l’odore di incenso si mescola agli aromi delle pietanze cucinate espresse dalla comunità indiana che a Singapore vive da diverse generazioni. E poi c’è il Mustafa centre che non chiude mai. Da segnalare tra i quartieri culturali, quello Arabo con la Moschea del Sultano e China Town con i suoi templi affollati.

little India

CC jar [o]

8. Orchard Road

Un largo viale costeggiato da alberi e negozi di ogni tipo. Orchard Road è la via più modaiola di Singapore e un vero tributo allo shopping. A partire da Plaza Singapura si sviluppa in diagonale nella zona nord-ovest di Singapore fino a Tanglin Road, 3 Km di centro commerciali, boutique di alta moda ma anche negozietti a buon mercato, ristoranti, fast-food, mega-schermi pubblicitari, tutto all’insegna dello sfarzo e dello stupore in pieno stile singaporiano. E poi piccole isole fumatori, dato che in città vige il divieto di fumare dove si vuole, spazi all’aperto compresi.

9. Raffles Hotel

Aperto nel 1887 è uno degli emblemi della metropoli e uno dei tanti templi dello sfarzo e delle spese folli. Il Raffles Hotel, è un albergo a cinque stelle in stile coloniale, che coniuga storia e design. Qui, nelle lussuose camere tra cui si contano oltre 100 suite, soggiornarono Elizabeth Taylor, Michael Jackson e molti altri, come i membri della famiglia Windsor. Per i comuni mortali è possibile accedere anche solo a uno dei bar, ristoranti e caffetterie interni, una decina in tutto, che spaziano dalla cucina francese alla proposta di cocktail creativi e ottimi dolci. Tutto in un ambiente sontuoso e accogliente.

10. Zoo di Singapore

Allo Zoo di Singapore gli animali vivono in grandi spazi aperti che danno l’impressione di essere in un safari più che in un giardino zoologico. A colpire, oltre alla presenza di specie rare come il grifone dell’Himalaya e il formichiere gigante, sono le attività proposte, come la possibilità di fare colazione a base di frutta fresca con una famiglia di oranghi come commensali. Oppure il Night Safari che, calato il sole, consente ai visitatori di vedere le mille e una specie di animali selvatici aggirarsi nel buio a pochi centimetri di distanza.

Dove dormire a Singapore. Situato nel quartiere di China Town, il 5footway.inn Project Chinatown 1 è una delle poche sistemazioni economiche di Singapore. L’ostello si trova ad appena 20 minuti a piedi da Orchard Road e a 25 Minuti di auto dall’aeroporto internazionale di Singapore-Changi. Altra sistemazione spartana ma confortevole è quella al Mitraa In a Little India. Camere con letti a castello, angolo cottura e, volendo, bagno privato.

Come arrivare. Controlla qui i voli per Singapore e cerca l’offerta più conveniente.