Annecy, cosa vedere in un giorno

Lago di Annecy, Cezanne Lago di Annecy, Cèzanne

Annecy è una località turistica nell’Alta Savoia attraversata dal fiume Thiou e avvolta dal lago omonimo noto per le sorprendenti acque turchesi e l’affascinante paesaggio alpino circostante. Detto anche Lago Blu, è il più pulito d’Europa, celebrato in tele di vari artisti tra cui Cèzanne.

La vecchia Annecy, dominata dal Castello e dal monumento simbolo della città, il Palais de l’Isle, affascina per l’atmosfera magica del labirinto di vicoli, delle case medievali che si affacciano sui canali attraversati da deliziosi ponti in pietra, che le hanno valso il titolo di Venezia della Savoia, ed è un paradiso per gli amanti degli sport in ogni stagione. Unico neo? Tanti turisti anche fuori stagione.

ore 10Ore 10. Lasciamo il piccolo hotel in Rue Royal, molto frequentata per lo shopping e l’aperitivo serale e partiamo alla scoperta del centro storico, vivace e suggestivo ad ogni ora del giorno. Da Rue de la Republique imbocchiamo Rue J.J. Rousseau per visitare la Cathédrale Saint-Pierre del 1500, con l’organo del XIX sec inserito nei “monumenti storici del paese” e il coro che vide il debutto musicale di Rousseau, uno dei suoi cittadini più illustri. Dalla vicina Rue du Pont-Morens c’immergiamo nel mercato che si snoda lungo le belle case adornate di fiori di Rue St Claire fino all’omonima Porta, un tuffo tra bancarelle di fiori e una montagna dei migliori prodotti tipici, i savoiardi. La passeggiata, a volte senza meta lungo i canali, ci conduce alla scoperta degli angoli più suggestivi, fino a raggiungere il palazzo più fotografato di Annecy, il Palais de l’Isle, in posizione splendida su una piccola isola di roccia naturale nel fiume Thiou, la sua forma evoca la figura di una nave ancorata nell’acqua, da vedere sia di giorno che di notte quando illuminato riflette la sua immagine nel fiume. Interessante la visita guidata di questo fortino del XII sec adibito di volta in volta a palazzo, zecca, tribunale ed infine prigione (durata 60’ circa, chiuso martedì).

Annecy, cosa vedere

© Carla Squaiella

ore 13Ore 13. È ora di pranzo e numerosi sono i bistrot, ristoranti, creperie con vista impagabile sull’isola e la sponda opposta, con le case originali dalle fondamenta nel fiume, sul quale si affacciano con le tipiche porte d’acqua. Un po’ più all’interno, da provare, Boeuf Patate e Vinistrot (12 Rue Perriere). Se invece siete in cerca di dolci non perdete Le Palais Des Glaces e Bruno Meyer Chocolatier.

ore 15Ore 15. Da Rampe du Chateau affrontiamo la ripida salita al Castello, antica residenza dei Conti di Ginevra e dei duchi del Genevese-Nemours. Al suo interno si trova un museo e si può godere di un bel panorama sulla città (durata circa 90’, chiuso martedì).

ore 17Ore 17. È una splendida giornata di sole, ideale per una camminata lungolago, e lasciato il centro costeggiamo la pittoresca Chiesa gotica di St Maurice sul Canale St Dominique e Place de l’Hotel de Ville fino ai Jardins de l’Europe, collegati dal Pont des Amours sul Canale de Vassé, al parco Champ de Mars. Una pista ciclabile lungolago di 40km è la felicità dei ciclisti, in autunno diventa teatro della singolare Ancilevienne, una gara di velocità a coppia dove ci si alterna su una sola bici, per questo detta gara Run & Bike. Lungo Av. Albigny un viale con magnifici platani secolari, ammiriamo il panorama dominato dalla vasta e selvaggia foresta del massiccio del Semnoz, dalle falesie del Monte Veyrier e l’imponente vetta della Tournette. Procediamo per il Paquier, una vasta area pedonale ex pascolo pubblico, dove una tavola riporta i nomi di tutte le vette. Di fronte a noi un paesaggio da cartolina con la Basilica della Visitazione che domina la città. Pedalò, canoe e barche invitano ad una gita sul lago, abitato da una numerosa colonia di cigni bianchi. Ci spingiamo oltre fino a Parc Charles Bosson con la spiaggia libera presso l’Imperial Casino (percorso totale 2 km). Volendo è possibile raggiungere la seconda spiaggia di Annecy che si trova sulla parte opposta vicino al porto, dove i bateau-restaurant attendono di partire per altre escursioni. Ma è quasi sera ormai e la nostra giornata ad Annecy volge al termine. Torniamo in centro per lo stessa via che ci offre spettacolari scorci da una diversa prospettiva e girovaghiamo ancora un po’ tra i canali del centro.

Annecy - Jardins de l'Europe

© Carla Squaiella

ore 20Ore 20. Passeggiare per le vie di Annecy di sera, osservare la città che cambia magicamente illuminandosi per la vita notturna, è la degna conclusione della giornata, insieme all’immancabile plateau di ostriche, i coregono bianco e salmerino, simboli del lago, e per appetiti più robusti le specialità savoiarde : tartiflette (fonduta di patate, pancetta, panna e reblochon) e crozet (pasta integrale o grano saraceno in gratin). Un paio di indirizzi per degustarli: Le Petit Bouchon e Taverne de Maitre Kanter.

Eventi da non perdere ad Annecy.
» Festa del Lago di Annecy: primo sabato d’agosto con spettacolo pirotecnico più grande d’Europa
» Carnevale “veneziano”: nel 2016 da martedì 16 a domenica 21 febbraio.
» Festival internazionale del cinema di animazione: circa a metà giugno.
» Mercato delle pulci: ultimo sabato del mese.

Dove dormire ad Annecy.
» Splendid Hotel
» Ibis Annecy Central Vielle Ville
» Studio Alpins
» Hotel Central