I laghi più belli d’Europa, 5 luoghi per vacanze nella natura

laghi più belli d'europaLago di Molveno © Valentina_A

Farsi cullare dalle dolci acque circondati da alte vette o verdeggianti colline. Oppure scoprire città dal sapore antico e praticare sport estremi con una grande distesa d’acqua sotto i piedi. I laghi d’Europa offrono vacanze per tutti i gusti, tanto sono diversi e ugualmente spettacolari. E noi ve ne segnaliamo cinque tra i più belli e meno noti, dall’Italia all’estremo nord, passando per i Balcani.

1. LAGO DI MOLVENO (Trentino Alto-Adige)

Noto per la limpidezza delle sue acque, che assumono diverse tonalità di azzurro in base alla luce del giorno, il lago di Molveno, nell’omonima località, si trova in provincia di Trento, vicino alle Dolomiti di Brenta. Sono proprio le vette del Brenta e del massiccio della Paganella ad incorniciare il lago, il secondo in regione per estensione, che dista appena 60 Km dal Parco Naturale dell’Adamello.

Ideale per una vacanza in famiglia, Molveno offre svariate attività in acqua e non. Qui è possibile noleggiare canoe e pedalò, perlustrare il lago in barca a vela oppure in bicicletta lungo i sentieri, per poi riposarsi in una delle tante aree verdi e attrezzate intorno al lago. Per i più temerari, una delle attività più praticate del luogo è il parapendio mentre per chi cerca un po’ di fresco è possibile tuffarsi nelle acque chiare e interamente balneabile del lago, abitate da trote e pesci persico.
» Dove dormire: Lago Park Hotel

2. LAGHI DI PLITVICE (Croazia)

laghi Plitvice

@ Clark & Kim Kays

A metà strada tra Zagabria e Zara e a 200 Km da Trieste, questi 16 laghi naturali offrono uno spettacolo naturale tra i più straordinari d’Europa. Fregiati del titolo Patrimonio Unesco dal 1979 e tutelati dal Parco Nazionale Plitvicka Jezera, i laghi di Plitvice si caratterizzano per le acque verde smeraldo e le numerose cascate (ben 92) che con il loro scroscio e i riflessi di luce rendono unico un posto che chiamare lago sarebbe riduttivo.

Divisi in due parti, i laghi superiori giacciono in una valle dolomitica tra alte betulle e rocce di tufo, mentre quelli inferiori sono lambiti da piccoli arbusti. Per raggiungerli è stato creato un comodo sistema di passerelle che si snoda tra le sponde dei laghi per 18 Km. Grotte, ruscelli e fiumi – tra cui il Fiume Bianco e il Fiume Nero che alimentano i laghi – arricchiscono ancor di più il paesaggio lacustre popolato da ricci, faine, molte varietà di uccelli, e orsi bruni.
» Dove dormire: Guest house Plitvicka

3. LAGO DI OCRIDA (Macedonia-Albania)

lago Ocrida

@ Mauro Cacciola

Tra i più antichi laghi del pianeta, quello di Ocrida si sviluppa per la maggior parte in Macedonia ma estende parte delle sue acque anche in Albania, di cui risulta il lago più profondo (il fondale si inabissa fino a 290 m).

Dalla città macedone di Ocrida – che conserva antichi reperti illirici e greci e fu un importante centro culturale balcanico in epoca medievale – parte una strada panoramica che costeggia per 90 chilometri tutto il perimetro lacustre.

Il tratto migliore lungo 17 cholometri, sembra essere quella che da Peshtani arriva fino San Naum, uno dei monasteri ortodossi più antichi e mirabili di Macedonia (risale al 1.600) che dall’alto di una collinetta scruta il lago. Al di là, in terra albanese, la città di Pogradec, anch’essa affacciata sull’Ocrida.
» Dove dormire: House Jovan

4. LAGO CORRIB (Irlanda)

lago Corrib

@ MauronB

Nell’Irlanda orientale, contea di Galway, fuori dalle strade più frequentate, ma con molti vie di accesso, si trova questo grande lago dalle sponde frastagliate, il più esteso del Paese. Immerso tra brughiere a perdita d’occhio e verdi pendii, il lago Corrib è costellato di isolette di ogni dimensione e forma che spuntano come approdi naturali tra le acque azzurre (si dice che il lago abbia un’isola per ogni giorno dell’anno).

Oltre al paesaggio tipicamente irlandese e alla limpidezza, il lago attira turisti almeno per altri tre motivi. La vicinanza a centri importanti come Oughterard e Cornamona, l’antico maniero di Ashford sulla riva settentrionale e la pesca, tanto è popolato da salmoni e trote che attirano eventi sportivi legati a questa attività soprattutto d’estate.
» Dove dormire: Dolmen House B&b

5. CRATERE DI KERID (Islanda)

lago Kerid

@ Alessandro Grussu

Questo piccolo lago blu, decisamente affascinante, si trova nel zona di Grímsnes, nella regione della Terra del Sud, caratterizzata da ghiacciai e vulcani. Il lago di Kerid si trova infatti in fondo al cratere di un antico vulcano (1.000 a.C) e raggiunge i 55 m di profondità. Le sue pendici sono ripide e di colore rosso vivo che crea uno scenografico contrasto con i riflessi bluastri dell’acqua.

Per la sua conformazione, simile a un anfiteatro, in passato è stato anche luogo di spettacoli, posizionando una chiatta galleggiante in mezzo al lago e il pubblico intorno, sui pendii. Spettacolare è anche il contesto in cui il Kerid si trova. Fa parte infatti dell’itinerario del Circolo d’oro, grande attrazione turistica islandese, che si snoda per 300 km fino a Reykjavík attraversando geyser, cascate impetuose come quella di Gullfoss e il Parco Nazionale di Pingvellir, a 40 minuti dal lago.
» Dove dormire: Iceblue Lodge B&b