Il villaggio di Babbo Natale, per tornare bambini

il villaggio di Babbo Natale© Visit Finland

È tutto coperto di neve, lontano, lontanissimo dalla casa di qualsiasi bambino, immerso nei boschi eppure caldo, luminoso e accogliete: il villaggio di Babbo Natale ci convince immediatamente che Babbo Natale non solo esiste, ma lavora tutto l’anno per regalare a ciascuno un Natale ricco di sorprese. I bambini sono un ottimo pretesto per raggiungere la location, ma non nascondiamoci dietro qualche pacchetto regalo: gli adulti che farebbero carte false per raggiungere questo angolo di mondo incantato non si contano. Di strada bisogna farne però, visto che il Santa Claus Village è ben nascosto nel circolo polare artico, a Rovaniemi, Lapponia, ma credetemi, ne vale la pena.

Ha la barba lunga e bianca, la pancia grande e veste rigorosamente di rosso anche se non è in servizio: a Rovaniemi Babbo Natale ha il proprio villaggio e i bambini che raggiungono questa località incantata potranno conoscerlo personalmente. Se non si riesce a incontrarlo per strada, è possibile fargli visita direttamente nel suo studio: è qui che riceve i bambini, è qui che ascolta i loro desideri e che regala agli adulti il fascino di un sogno intramontabile. L’unico rischio è che vostro figlio non se ne voglia più andare.

La letterina a Babbo Natale. Non ci si crede, ma Babbo Natale ha il proprio ufficio postale grazie al quale riceve le letterine di tutti i bambini del mondo. Niente Facebook, Twitter o Pinterest, a Rovaniemi si messaggia ancora con le care, vecchie lettere che ovviamente possiedono un timbro e dei francobolli unici. Per chiunque voglia scrivere una letterina a Babbo Natale questo è l’indirizzo: Joulupukki, Joulupukin Pääposti, FI-96930 Napapiiri, Finlandia. Ed è anche possibile chiedergli di rispondere con un augurio per il proprio bambino un felice natale (al costo di 7,95 euro).

Il villaggio di Babbo Natale: Santa Park

Foto di Timo Newton-Syms (CC)

L’entusiasmante Santa Park. E’ la vera e propria chicca: si tratta di un delizioso mondo in cui è possibile incontrare non solo Santa Claus ma anche i suoi aiutati (gli elfi e gli gnomi) con i quali collaborare nella creazione di pacchi e dolcetti. C’è la scuola degli elfi che rilascia attestati agli studenti più volenterosi, la cucina di Mrs Claus che profuma di biscotti: mentre i vostri bambini aiuteranno a decorarli voi potrete assaporare il vin brulè. C’è la scuola di calligrafia per scrivere letterine sorprendenti, la magica galleria di ghiaccio, il mondo di sotto a cinquanta metri sotto la superfice e anche il treno magico che attraversa il laboratorio degli elfi, indaffarati nella realizzazione di meravigliosi giocattoli. Da visitare anche il fienile di Bob dove i bambini potranno aiutare a realizzare scintillanti addobbi natalizi e la Grotta di Babbo Natale, dove riceve bambini provenienti da ogni angolo di mondo. Il parco quest’anno rimarrà aperto dal 23 novembre fino all’11 gennaio e il costo del biglietto è di 27,50 euro per i bambini e di 33 euro per gli adulti: valido per due giorni offre l’ingresso a ogni attrazione presente all’interno del Santa Park.

Dove dormire. All’interno del villaggio di Babbo Natale è possibile prenotare non una stanza ma un delizioso Igloo, ospiti dell’Artice Igloo Hotel, o a preferenza è possibile prenotare in una simpatica casetta indipendente completamente coperta di neve e profumata di cannella. Altrimenti c’è il Santa Claus Holiday Village.