Il Parco dei Mostri di Bomarzo, tra sogno e realtà

Parco dei mostri di BomarzoFoto di Esteban Fernández García (CC)

Antica cittadina in provincia di Viterbo arroccata nella Lazio nord occidentale più autentica, Bomarzo, un tempo parte dello Stato Pontificio fa parlare di sé per almeno tre motivi differenti: il fascinoso palazzo Orsini, la riserva naturale provinciale Monti Casoli e lo spaventoso e insieme melanconico Parco dei Mostri.

Il romantico parco dei mostri. Quello dei Mostri è un parco tutto da sentire, a mezza strada fra il grottesco ed il romantico. Costruito su richiesta del Principe Orsini poco meno di cinquecento anni fa, rimane una monumentale opera a tutt’oggi attuale. D’altronde le opere d’arte che prendono forma solo per dar sfogo al cuore, in questo caso addolorato per la morte di Giulia Farnese, moglie del principe, non possono mai tramontare. Se le sculture all’interno del parco di romantico hanno ben poco, a creare quell’atmosfera mielosa ci pensano la vegetazione che abbraccia tutto, spruzzando ogni singola pietra di un verde smagliante, il cinguettio degli uccelli e la pace diffusa.

Parco Bomarzo

Foto di samandel.com (CC)

Mostri e suggestioni. Il parco è un tuffo nella letteratura, nella mitologia e nella storia che di certo lascerà a bocca aperta i più piccoli e probabilmente anche i più grandi. Romantico abbiamo detto, ma anche dannatamente grottesco. A pensare di visitarlo da soli, di notte, il Parco dei Mostri, che qualcuno preferisce chiamare il Sacro Bosco, mette letteralmente i brividi. Il gigantesco Orco ad esempio, con le fauci spalancate potrebbe impaurire chiunque, ma visto sotto la luce del sole è una bellissima porta, all’interno della quale c’è un tavolino con inciso la confortante frase “Ogni pensiero vola”. Al buio potrebbero spaventare pure l’imponente Sirena, il Drago con i Leoni e l’Elefante. Poi ci sono le sculture impossibili come la Casa Pendente il cui unico scopo è quello di lasciare a bocca aperta il visitatore, e diciamolo, ci riesce benissimo. Non è abitabile, non lo è mai stata, la si può solamente ammirare domandandosi come diavolo rimanga in piedi. Dotato di appeal anche il Tempio, il Teatro, la Sfinge e la Panca Etrusca che con vaga ironia ci parla: “Voi che pel mondo gite errando, vaghi di veder maraviglie alte et stupende, venite qua, dove son faccie horrende elefanti, leoni, orsi e draghi”.

Parco dei mostri

Foto di padesig (CC)

Parco dei Mostri quanto mi costi. L’ingresso al parco è a pagamento e un biglietto intero costa 10 euro, 8 per i bambini fra i 4 e i 13 anni. Da Aprile fino a Novembre è pure possibile (per i più audaci) prenotare visite notturne del Sacro Bosco accompagnati da fiaccole e suggestivi racconti. Il biglietto costa 16 euro, ma non dubitiamo che ne valga la pena. Per maggiori informazioni visitate il sito ParcodeiMostri.com

Dove dormire a Bomarzo. Fra gli agriturismi e B&B più gettonati suggeriamo L’Albergo Agriturismo le Querce, ben posizionato, dallo stile rustico, con piscina, e il Buongiorno B&B, rilassante e confortevole.