Hawaii: Aloha Festival, 6 settimane di eventi e folclore

Hawaii: Aloha FestivalFoto di Kanaka Menehune (CC)

L’Aloha Festival è un festa folcloristica che celebra la cultura hawaiana per sei coloratissime settimane, tra settembre e ottobre. Nato nel 1946 dall’esigenza post bellica del popolo hawaiano di darsi un’identità comune, è l’occasione per integrare le tradizioni locali attraverso musica, danza, cucina e arte.

Sei settimane per sei isole: Maui, Oahu, Kauai, Lanai, Molokai e Big Island. Le Hawaii sono un arcipelago dell’Oceano Pacifico formato da otto isole principali e molte isole minori. La città più popolosa e più grande è la capitale Honolulu, sull’isola di Oahu, dove risiedono i tre quarti dell’intera popolazione. E’ per questo motivo che quasi tutti gli eventi principali hanno luogo in questa città, essendo la più ricettiva e meglio attrezzata per ospitare i visitatori che ogni anno sfiorano il milione di persone. Sono circa 30.000 i volontari che lavorano per allestire questa grande festa hawaiana che conta 300 eventi.

Ogni anno il tema è differente: il 2013 celebra Moana Nui Akea, l’oceano, con lo slogan “Celebrate Ocean Voyaging”, in ricordo dei valorosi costruttori di canoe e coraggiosi navigatori che hanno nel tempo sviluppato e preservato la cultura nautica locale. Occasione per festeggiare anche il 40° anniversario della società Voyaging che da sempre appoggia generazioni di navigatori nel Pacifico, favorendo l’utilizzo della canoa con doppio scafo a vela e la tradizionale wayfinding, la navigazione attraverso la lettura del sole, delle stelle, delle onde e di ogni altro segno della natura.

Aloha Festival

Foto di Kaiscapes Media – Peter Liu (CC)

Ogni isola celebra l’Aloha Festival, giunto quest’anno alla 67esima edizione, scegliendo il proprio re, la regina, un principe, una principessa e degli assistenti. Il momento delle investiture è uno dei più belli, caratterizzato da colori e canti con l’accompagnamento di soffiatori di conchiglie e portatori di piume. La musica è eseguita in lingua olelo e in lingua inglese, e con strumenti musicali quali chitarre e ukulele.

Come anticipato, le manifestazioni più importanti hanno luogo ad Honolulu: il 12 settembre ha luogo la cerimonia di apertura presso il Royal Hawaiian Center, nel cuore della capitale, con la partecipazione di gruppi musicali e compagnie di hula; il 14 settembre è “Il giorno del figlio” (keiki) ed è completamente dedicato al pubblico più giovane con l’allestimento di attività ricreative e musicali presso il Pearlridge Center; il 21 settembre si svolge l’annuale serata “Waikiki Ho’olaule’a” lungo Kalakaua Avenue, allestita per l’occasione con numerosi palchi su cui si esibiscono i migliori artisti dell’isola e stand gastronomici e di artigianato che espongono prodotti locali quali ghirlande floreali fresche, le tipiche gonne hawaiane, utensili per la casa fatti con il legno di Koa, sculture in pietra lavica e il famoso caffè di Kona, particolarmente apprezzato dai gourmet di tutto il mondo; il 28 settembre ha luogo la famosa parata floreale: i tradizionali cowboy hawaiani, ballerini di hula e bande musicali accompagnano la sfilata di carri colorati e finemente addobbati con fiori a cascata, lungo Kalakaua Avenue da Ala Moana Park a Kapiolani Park.

Tutti gli eventi dell’Aloha Festival sono a carattere gratuito ed aperti al pubblico. Le spese sono finanziate da Hawaii Tourism Authority oltre che da sponsorizzazioni e donazioni sia pubbliche che private e attraverso la vendita di prodotti dell’artigianato e della gastronomia locale.