Feste di Primavera: cinque eventi europei da non perdere

festival di primavera in europaa href="https://www.flickr.com/photos/khawkins04/6990872291" target="_blank" rel="nofollow">CC Ken Hawkins

In barba alle angosce dei cambiamenti climatici, si continua a festeggiare l’arrivo della primavera, in Europa, con fiere, festival, concerti, sagre, panini e salamelle in piazza, bancarelle e appuntamenti culturali vari. Ce n’è dappertutto, ogni paese festeggia a modo suo. Noi vi proponiamo cinque destinazioni pescate dal mazzo, ciascuna con una particolare peculiarità…

Barcellona: primavera rock

Il festival del nuovo millennio. Alla fine di maggio (quest’anno dal 22 al 26), dal 2001, il Primavera Sound di Barcellona è l’appuntamento per gli appassionati di grande musica, di grandi concerti, di grandi gruppi, soprattutto. Tanto per farvi un’idea: quest’anno ci sono i Blur, tra gli altri. È diventato in breve tempo la meta di pellegrinaggio annuale di amanti del pop, del rock e del miglior underground di tendenza. E della movida in città, beninteso. Gli altri nomi 2013 nel video di animazione qui sotto che è già uno spettacolo di per sé. Dal 2012 c’è anche la versione portoghese, l’Optimus Primavera Sound di Porto: i nomi sono gli stessi, che si spostano la settimana dopo dall’altro lato della penisola iberica.
Sito dell’evento: primaverasound.com
Dove dormire: Sant Jordi Diagonal

Praga: San Matteo in fiera

Pare sia la più antica fiera di primavera: dal 1500, dicono, secondo il vecchio proverbio per cui “San Matteo rompe il ghiaccio”. Oggigiorno si tiene nell’Area fieristica di Praga-Holešovice (raggiungibile dalla stazione ferroviaria Holešovice con il tram 5/12/ 14/ 15 e 17), dal 2 marzo al 21 aprile. L’impianto è classico: giostre e bancarelle, dolci e balocchi – per un totale di circa 130 attrazioni. La fiera delle fiere, insomma. Vanno particolarmente orgogliosi della ruota panoramica di 35 metri: sicuramente il panorama su Praga varrà il prezzo del biglietto. Gli eventi correlati però fanno la differenza: c’è il Festivaljazz di Brno, ad esempio, oppure il concerto di Pasqua nella splendida cornice della villa di Stráž nad Nežárkou o, per i più resistenti, la maratona di Praga,  il 6 aprile, un bel modo per visitare la città – oppure per gli amanti dell’arte, la collezione della star del tennis Lendl dei poster di Alphonse Mucha le cui opere potete approfondire anche al Museo Nazionale .
Sito dell’evento: matejskapout.cz
Dove dormire: Pension U Lilie

Budapest: primavera classica

Dal 22 marzo al 7 aprile, sbrigatevi: è la 33ª primavera che si festeggia qui. Concerti, circo, opera lirica, mostre, balletti: la Capitale dà il meglio di sé, aprendovi le porte dei suoi edifici storici più prestigiosi. Primavera classica, a partire dalla musica, con nomi come Claudio Abbado che dirigerà l’Orchestra Mozart, ad esempio; un Parzifal, in omaggio all’anno wagneriano della Scala di Milano; il Flauto Magico nella versione essenziale diretta dal mitico regista londinese Peter Brook; molto Bela Bartòk, e un’immancabile Sagra della Primavera di Stravinskij. Per una refrigerante dose di leggerezza, gli spettacoli del Circo Recirquel, al Palazzo delle Arti.
Sito dell’evento: btf.hu
Dove dormire: City Apartments Budapest

Stoccarda: primavera, luppolo e malto

Tutt’altra musica e tutt’altro spirito a Stoccarda, dal 20 aprile al 12 maggio. Siamo in Germania e qui, manco a dirlo, alle feste si beve. Birra, ovviamente. A fiumi. Ma non era l’Oktoberfest? Be’, a Stoccarda, si beve anche a primavera. Ciò non toglie che si beva di nuovo anche d’autunno, al Cannstatter Volksfest, ma a quello ci pensiamo fra qualche mese: prima smaltiamo questo Stuttgarter Frühlingsfest. Un detto popolare vuole che a Stoccarda ci siano più feste della birra che giornate lavorative: non entro nel merito – di sicuro però qui c’è da divertirsi, prima durante e dopo le bevute. Feste e locali aperti fino a tardi fanno durare le giornate finché reggete. Un’esperienza da fare, almeno una volta nella vita.
Sito dell’evento: stuttgarter-fruehlingsfest.de
Dove dormire: Motel One Stuttgart-Hauptbahnhof

Londra: primavera british style.

Per concludere, una bizzarria inglese, che non guasta mai. A Londra si festeggia la bella stagione (secondo i loro piovosi parametri, certo), con varie iniziative che hanno i tratti comuni degli altri festival, per certi aspetti, ma per altri versi hanno caratteristiche che solo qui potete trovare. Ad esempio? Be’, venite qui per partecipare a un’asta di armi antiche: se volete comprarvi un’armatura originale del XV secolo, per esempio, c’è “La Fiera di Londra delle Armi Antiche”, appuntamento fisso per gli intenditori. Per festeggiare in modo più normale, invece, avrete sempre il London City Festival, ma dovrete aspettare  il 24 giugno – l’Estate, insomma.
Sito dell’evento: antiquearmsfairsltd.co.uk
Dove dormire: Balmoral House Hotel