Corsica segreta: la Balagne e il suo entroterra

Corsica, Balagneuno scorcio dell'entroterra della Balagne

La Balagne è la regione del nord ovest della Corsica che più di ogni altra riesce ad unire le due anime dell’isola: quella marina quella montana. Un tempo detta il giardino della Corsica è caratterizzata da un paesaggio sempre più attraente nel procedere dalla costa ai rilievi dell’entroterra ricco di scenari dalle linee morbide, e di una vegetazione lussureggiante anche nei mesi estivi.

Le due cittadine principali sono l’Ile Rousse e Calvi, piccoli porti commerciali sviluppatisi sotto la protezione della Repubblica marinara di Genova, unite da un bellissima strada panoramica ricca di baie, insenature e spiagge famose, meta del turismo estivo senza tuttavia perdere la loro identità di luogo di relax e natura selvaggia.

Per chi, all’interno di una classica vacanza balneare, vuole un repentino cambio di scena senza percorrere distanze eccessive, basta lasciarsi alle spalle le spiagge dorate della Balagne litoranea e cimentarsi nell’esplorazione dei rilievi dell’interno, costellati di paesini lontani pochi chilometri l’uno dall’altro e che appaiono come sospesi sulle prime curve della costa e sul Mediterraneo che brilla all’orizzonte.

Prenota il tuo hotel in Corsica

In questo mondo completamente diverso è la natura che dà forma al paesaggio, immerso nel fitto del maquis, primo ambasciatore della Corsica, una variante della classica macchia mediterranea, che è composto soprattutto da un numero di essenze aromatiche, molte delle quali fioriscono in primavera, tra cui cisto mirto e corbezzoli, e che all’aumentare di quota si alterna a boschi di lecci e di castagni.

Corsica, spiaggie

una delle spiaggette vicino a l’Ile Rouse

In questo scenario i piccoli paesini, quasi tutti abbarbicati sopra speroni rocciosi, appaiono come oasi di pace in un mare di tranquillità, dove la vita scorre placida e lenta all’ombra delle case di pietra e dei platani. L’attività principale risiede nei bar dove si ritrovano gli abitanti locali dalla mattina fino al tramonto.

I nomi più rinomati per una camminata tra i vicoli dei borghi di pietra e un assaggio delle specialità locali sono Speloncato, che prende il nome dalle grotte o distanza; Feliceto famosa per la produzione di olio di oliva; Pigna, villaggio tra più belli della Corsica in grado negli ultimi anni di ridare slancio alle attività artigianali tipiche della zona; S. Antonino, che domina il paesaggio dei suoi 490 metri di altitudine ma va visitato sul finire del giorno per evitare folle di turisti attratti giustamente dalla sua fama.

Essendo situati tutti a non più di 30 km di distanza da Calvi, un’alternativa alla gita in macchina può essere una giornata passata in bicicletta per i più sportivi, perchè il percorso offre davvero infiniti scorci panoramici e delle salite non troppo impervie.

Diverse attività e tours che risiedono nelle due cittadine costiere di Calvi e Ile Rousse offrono sia il noleggio delle biciclette che l’organizzazione di gite di gruppo, anche verso due località un po’ più lontane ma totalmente prive di traffico, in quanto inserite all’interno di contesti naturali protetti: la Foret de Tartagine-Melaja a 16 km di tornanti da Pioggiola, dove si arriva alla base di un rifugio che affitta camere e prepara pranzi e cene con prodotti tipici a lato di un torrente con pozze d’acqua e grandi rocce piatte dove rilassarsi nel più completo silenzio; Delta e Valleè du Fango, una riserva di biosfera che copre una superficie di 23.000 quattrocento ettari e presenta un suggestivo mosaico di foreste e mini canyon in cui piscine naturali di acqua cristallina si susseguono per chilometri propri a lato della stradina statale fino a giungere ad un parcheggio sotto gli alberi dove è possibile campeggiare.

Corsica, Valleè du Fango

una piscina naturale nella Valleè du Fango

Alla fine della stagione turistica i campeggi chiudono fino a primavera inoltrata lasciando a pochi hotel il compito di accogliere i turisti fuori stagione; da maggio settembre invece numerosi campeggi si alternano lungo la statale costiera, sia in prossimità delle città che all’interno sulle prime colline, e alcuni rifugi lungo i sentieri escursionistici offrono soluzioni sia di ristoro che di pernottamento.

Per chi non trovasse posto vicino al mare consiglio il camping le Panoramic, a 4km dalla famosissima e stupenda spiaggia dell’Algajola e a 10 km da Calvi sulla strada per Lavatoggio, in collina all’ombra di eucalipti platani ed ulivi di giorno e sotto le stelle e in compagnia di grilli la notte.

Un’ultima nota sulla tradizione culinaria della Corsica: se si riesce ad evitare l’offerta di menù turistici e si ha tempo di allontanarsi dalla costa, con una cartina alla mano è possibile trovare in ogni villaggio dell’entroterra una trattoria che offre anche piatti della tradizione, per quanto i piatti veramente tipici siano maggiormente legati al periodo autunnale ed invernale e ad una tradizione di caccia e cultura di collina piuttosto che marittima. Provare per credere i salumi di maiali selvatici, i vari formaggi, di cui in particolare il brocciu, e la pasta e le zuppe preparate con verdure e farina di castagna.

Corsica, come arrivare. » Su Directferries.it confronta i traghetti per la Corsica e assicurarti la migliore offerta.
» Su Skyscanner.it trovi voli low cost per Bastia.