Viaggio in Sudafrica: il Blyde River Canyon

Sudafrica: Blyde River Canyon - The Pinnacle

Blyde River Canyon, SudafricaSiamo in uno dei luoghi più panoramici del Sudafrica, il Blyde River Canyon, nella splendida Riserva Naturale Mpumalanga che ospita anche gran parte del Kruger National Park. Il canyon lungo 30 km va dagli altipiani alla diga di Blyde attraversando la catena montuosa Drakensberg. Molti turisti da Johannesburg tagliano direttamente verso il Kruger via Nelspruit, perdendosi questo paradiso.

Arriviamo da Pretoria a Graskop, ottima base per visitare il Canyon, lungo una strada di quasi 400 km che diventano panoramici una volta superata Sabie. A una ventina di km da Graskop ci fermiamo per visitare le turistiche cascate Mac Mac con le omonime piscine naturali, meta di picnic per gli abitanti della zona.

Graskop è una cittadina graziosa e accogliente con negozi di souvenir di qualità, alberghi e ristoranti. Puntiamo al rinomato ostello Valley View Backpackers, ma lungo la strada ci attira il piccolo Autumn Breath (63 President St Graskop – in bassa stagione provate a trattare il prezzo), con un grazioso giardino adiacente al coffe shop che propone ottimi dolci fatti in casa da Ina, la proprietaria, che è anche una preziosa fonte d’informazione turistica.

Diluvia, inutile andare al vicino punto panoramico ai bordi della Scarpata Drakensberg o lanciarsi nella Graskop Gorge con il Big Swing, attrazione del posto insieme ad altri sport estremi come il rafting o le discese in corda doppia. In attesa della cena non ci rimane che curiosare nei negozi di artigianato che chiudono presto, vista la minore affluenza di turisti all’approssimarsi della bassa stagione.

Sudafrica: Blyde River Canyon - The PinnacleL’indomani le nubi toccano l’asfalto delle vie di Graskop, salutiamo Ina per imboccare
quella che viene definita la Panorama Route. La prima attrazione è la vicina colonna di roccia detta The Pinnacle. Siamo tra i primi visitatori e le bancarelle all’entrata stanno iniziando a esporre la mercanzia, buon segno pensiamo, ma neppure il tempo di mettere a fuoco la macchina fotografica che il pinnacolo viene inghiottito dalla nebbia e così sarà anche per la prossima sosta a Wonder View e God’s Window, due punti panoramici tra i più belli sul Basso Veld, che noi non vedremo.

In attesa che il tempo migliori, camminiamo nella vicina foresta pluviale dove incontriamo il Turaco di Knysna, uccello tipico del Sudafrica. A mezzogiorno siamo ancora avvolti dalla nebbia e temiamo di perderci il Blyde River Canyon, ma non sappiamo che a differenza degli altopiani nebbiosi, in prossimità del Lowveld il clima diventa caldo e asciutto. E infatti bastano pochi km in un paesaggio lussureggiante reso irreale dalla foschia, che il sole fa capolino sulle belle Lisbon Falls. Anche qui bancarelle di souvenir con prodotti artigianali di buon livello a prezzi interessanti, che non troveremo altrove.

Blyde River Canyon, three Rondavels

Ci spingiamo attraverso un paesaggio collinare verso nord nel canyon vero e proprio che inizia con le splendide Bourke’s Luck Potholes, fenomeno geologico unico con spettacolari cavità nella roccia nel punto d’incontro tra i fiumi Treuer e Blyde. Il sole finalmente splende esaltando i colori rossi della pietra. Proseguiamo costeggiando il canyon fino all’ultima e più famosa tappa, Three Rondavels, 3 picchi di roccia dolomitica coperti di alberi e licheni dalla forma appunto di capanna (rondavels in afrikaans). Camminiamo pochi metri e il canyon si apre formando un lago in prossimità della diga. Nel silenzio rotto solo dal forte vento, rimaniamo incantati davanti a uno dei panorami più spettacolari del Sudafrica.

Proseguiamo il nostro viaggio verso il vicino Kruger National Park, senza avere il tempo di visitare le Echo Caves poco più a nord. Arriviamo che è ormai sera alle porte del Parco, a Phalaborwa. Con un po’ di fortuna troviamo l’ultima camera all’Elephant Walk Backpackers (una suite a R500), davvero niente male, peccato che al mattino prima dell’alba saremo già in viaggio per entrare nel Kruger.

 

Il viaggio continua nel famoso Kruger National Park. A breve l’articolo ➔