Gli snowpark in Italia – Top 5

Livigno, Bardonecchia, Campiglio, Cervinia e Siusi. Le mete per eccellenza dello snowboard.

Anche quest’anno inizia la stagione invernale per la gioia di tutti gli snowboarder che non vedono l’ora di togliere la tavola dal chiodo. Mentre in tanti, colleghi e amici, guardano fuori dalla finestra deprimendosi di fronte a un tempo grigio, piovoso e freddo, in cui l’estate è solo un lontano ricordo, i freestylers, travesti da bravi ragazzi, sogghignano. La neve è in arrivo, e quest’anno, sembrerebbe, prima del previsto. Bene ragazzi, allora eccoci con la top five degli snowpark d’Italia.

Lombardia: snowpark di Livigno

Snowboard Mottolino - LivignoMottolino. Lo snowboard a Livigno è sinonimo di Mottolino, il più grande snowpark d’Italia e uno dei primi tre in Europa. Quattro le aree principali in cui sbizzarrirsi a seconda del proprio livello. Si parte dall’esclusiva area XL riservata ai grandi rider professionisti, per i comuni mortali ci sono le aree L(arge), M(edium) e S(mall). C’è poi la Jibbing area dedicata a rails, scalinate, box, walls e bank. Un privilegio unico, sciare accanto freestyler d’eccellenza proveninenti da tutto il mondo. Il Mottolino ha ospitato per anni il Burton European Open, uno degli appuntamenti snowboard più importanti, e ogni anno ospita il World Rookie Fest, per le promesse under 18, o il mitico River Jump, considerato uno degli eventi più stilosi, in cui freestylers di fama internazionale si sfidano nel salto del fiume Spoel, largo oltre 8 metri. Lo snowpark si trova vicino al rifugio M’Eating Point che si raggiunge con l’impianto Trepalle, forse in onore del coraggio di chi si arrischia sui rails più difficili.

Piemonte: snowpark di Bardonecchia

Bardonecchia. Snowpark d’eccelleza con i suoi jibbing e kickers dalle più svariate misure, e discese di tutti i tipi, si divide in tre aree, il Red Park per freestyler esperti o di medio livello, il Blue Park per chi ancora ha da imparare e, novità di quest’anno, il Burton Progression Park per bambini e principianti assoluti. C’è poi una zona “design”con rails in legno e una Jibbing Area per i riders. Questa stagione festeggia il 25° dello snowbord a Bardonecchia e ospiterà, ancora una volta, la Coppa del Mondo. Le strutture che vengono costruite a inizio stagione, sono a disposizione di tutti i riders che hanno il coraggio i mettersi alla prova! Lo snowpark deve la sua fama internazionale principalmente all’eredità delle Olimpiadi “Torino 2006″, quale? L’half pipe olimpico con i suoi 130 metri di lunghezza, 18 di larghezza e 6 di altezza. Lo snowpark si trova nell’area Melezet ed è interamente dotato di impianto audio per accompagnare gli acrobati delle nevi nelle loro evoluzioni.

Trentino: snowpark di Madonna di Campiglio

Ursus. Snowpark di Campiglio, noto a livello internazionale come uno dei migliori delle Alpi italiane. Si suddivide in due parti, pro e beginner/intermediate ed è gestito dai fratelli Schiavon che ogni anno si impegano nel rinnovarlo aggiungendo e modificando le strutture. A ridosso delle Dolomiti di Brenta è una vera perla per gli amanti dello snowboard. Numerosi gli eventi e le iniziative oltre che le continue new entry. Le novità di questa stagione? Oltre ai consueti kick e i numerosi rail, la gamma di box è sostituita da una nuova serie di fan-box, kids da 6m larghi 0.7 e combo da 6/9/12m con kink differenti larghi 0.4m e alti 0.6. Lo snowpark del Passo Grosté si trova a un’altezza di 2.500m di altitudine. In continua evoluzione, si amplia di anno in anno attirando riders da tutta Europa, sempre più numerosi.

Valle d’Aosta: snowpark di Breuil-Cervinia

Indian snowpark. Cervinia ospita uno dei più famosi snowpark d’Europa nato nel 2003 e rinomato per la qualità, il divertimento assicurato e le frequentazioni che vedono nomi quali Ivo Letey, Davide Lantermoz e Lufi Ronc. Si trova nel comprensorio Breuil-Cervinia, nella località Fornet, e vanta 2 differenti linee di riding, una easy e una intermediate, tre diverse linee di salti con rail, mega wall di 4m e kicker tra i 3,6 e gli 11 metri per un totale di quasi 400 metri di lunghezza e 100 di larghezza, 4 ettari di area freestyle dedicata. L’indianpark è lo snowpark più alto d’Europa con i suoi 3.000 m di altezza e raggiunge il suo massimo con il Decolletor un kicker della bellezza di 18 m e la Doggy House di quasi 3 metri. Il divertimento è assicurato!

Alto Adige: snowpark dell’Alpe di Siusi

King Laurin snowpark Siusi. Famoso soprattutto tra snowboarder d’alto livello e rider professionisti, è uno dei parchi meglio mantenuti e più strutturati. Lo snowpark si sviluppa lungo un’intera pista da sci dell’Alpe di Siusi, lungo 1500 metri e davvero non saprete cosa scegliere tra tutti quei kick, box, jump, wall e la woodline. Il parco deve il nome a una leggenda che ha a che fare con un re nano di nome Laurin e un cappello magico. Però deve la sua notorietà a ben altro. L’ISPO infatti gli conferì uno Snow Summit Awards, riconoscendolo come uno dei cinque migliori snowpark d’Europa. Secondo per grandezza solo a quello di Livigno, è il più grande del Trentino Alto-Adige. Qui i riders trovano davvero pane per i loro denti. Regina incontrastata la halfpipe lunga 120 metri… Punto di ritrovo dei migliori rider nazionali, ospita numerosi eventi tra cui il Freeski Contest e l’ormai storico Subject Schlern.